Superbike, favola sportiva per il marchigiano Saltarelli

Il pilota di Senigallia del Tcf Racing Team ha conquistato uno storico podio a Misano nel Campionato Italiano, la reazione dopo l’infortunio

Una vera favola sportiva. Il TCF Racing Team ha conquistato il suo primo storico podio nel Campionato Italiano Superbike con Simone Saltarelli, reduce del grave infortunio dello scorso ottobre ad Imola. Il TCF è una squadra privatissima ma composta da super appassionati e tecnici competenti che preparano con passione la Honda CBR 1000 RR-R. Simone Saltarelli è stato eroico. Il pilota di Senigallia dopo l’incidente non si è arreso.

Si è impegnato con ogni sua forza nella riabilitazione, in palestra, è tornato a gareggiare ed è subito salito sul  podio nella prima gara del Campionato Italiano Superbike, a Misano. In condizioni particolari, con la pista umida, da dimostrato il suo carattere battendo in volata Luca Vitali. In gara-2 ha conquistato in sesto posto ed ora è quinto di classifica tricolore. I risultati di Misano l’impegno, la passione ed il cuore del TCF Racing Team e di Simone Saltarelli, un pilota prossimo ai 38 anni e che non molla mai.

Il Team Manager Francesco Nucci: “Che dire, è un sogno che diventa realtà. Podio alla prima gara del Campionato Italiano  Superbike è proprio quello che serviva per dare la giusta carica ai ragazzi del team e soprattutto a Simone Saltarelli. Questo risultato ci ripaga di tutti i sacrifici e delle notti passate a lavorare tralasciando ogni altro impegno compresi quelli familiari. Ora siamo pronti per restare nella top five anche nel prossimo appuntamento stagionale, il 13 e 14 maggio al Mugello”.

Ma il vero protagonista è stato il pilota Simone Saltarelli: “Se ripenso a tutto quello che ho passato durante l’inverno, salire sul podio alla prima del CIV è una cosa fantastica: mi ci voleva dopo quanto ho sofferto da ottobre a marzo. È stata una gioia immensa e ringrazio la squadra dell’impegno profuso. Mi dispiace solo per gara-2, forse ha inciso un po’ anche l’emozione del podio precedente, non so. Verso metà gara non avevo più forza al braccio infortunato, facevo fatica, non ho forzato più di tanto, nel finale ho passato Riccardo Russo ed ho conquistato il  sesto posto che è comunque un risultato positivo per tutti noi”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS