Squadroni, presidente-allenatore per plasmare uno squadrone: “Ero fermo da 10 anni…”

SECONDA CATEGORIA – L’Academy Civitanovese ha sterzato con la mossa societaria, 6 punti su 6: “Andremo avanti così”

di Matteo Meschini

Da un paio di settimane a questa parte l’Academy Civitanovese del presidente Paolo Squadroni ha sterzato e cambiato marcia in campionato. Nel girone E del campionato di Seconda categoria nelle ultime due gare la squadra ha infatti collezionato 6 punti su 6 disponibili: dopo l’arrembante 4 a 1 all’Helvia Recina due weekend fa, nello scorso fine settimana i ragazzi di Squadroni hanno espugnato il campo del Cska Corridonia per 2 a 0 superandoli in classifica e salendo a quota 24 punti, uscendo momentaneamente dalle zone di fuoco della bassa classifica. Dopo l’esonero di mister Cesaretti arrivato in seguito alla sconfitta con il Real Tusitano lo scorso 24 febbraio, alla guida tecnica della squadra si è messo lo stesso presidente e i risultati gli stanno dando ragione: “Il merito è dei ragazzi. Daniele (Cesaretti, ndr) ha lavorato bene ma quando vedi che iniziano a mancare i risultati e anche qualche stimolo si arriva alla soluzione più triste ma doverosa nell’immediato, ovvero l’esonero. Io ho sempre vissuto sin dalla 1° giornata di campionato con la squadra dal campo. La squadra l’ho anche costruita io e quindi conosco molto bene tutti e molti di loro tra l’altro vengono dal settore giovanile, li ho visti crescere. Sono sempre stato convinto della forza dei miei ragazzi e ho voluto ridare loro questa convinzione, che nelle ultime partite era venuto meno. La risposta è stata molto positiva e ho rispolverato con piacere un tesserino che erano 10 anni che stava fermo.” È stata dunque in primis una svolta mentale: “E’ più un fatto mentale che tattico, a parte qualche aggiustamento dovuto alle circostanze. Anche se poi in realtà la squadra nelle ultime due sconfitte aveva giocato abbastanza bene poi purtroppo degli episodi non ci hanno favorito.”

Ma occhio a non farsi prendere troppo dall’euforia perché a 7 giornate dal termine la salvezza non è ancora conquistata: “Come ho detto ai ragazzi dopo la vittoria contro l’Helvia Recina ancora non abbiamo fatto niente. Dobbiamo stare sempre sul pezzo e fare più punti possibili perché l’obiettivo è la salvezza. Il nostro destino è nelle nostre mani. Questo è un campionato in cui tutti possono vincere con tutti dato che ogni squadra è attrezzata e di sorprese ce ne sono già state tante. Credo sia uno dei gironi più duri.”

Spende poi due parole su Omercevic, classe 2002, autore di una tripletta nel match di due settimane fa contro l’Helvia Recina: “Nijatz è un ragazzo che ha fatto tutta la trafila del settore giovanile da noi fino alla categoria Allievi; poi andò a fare gli Allievi nazionali con la Fermana ma lì è stato sfortunato perché lo ha fermato un grave strappo; l’anno dopo è andato a fare l’under col Porto Sant’Elpidio ma anche lì la fragilità muscolare lo ha ostacolato. Non ha passato un momento facile mentalmente, tanto che aveva smesso. Poi per la grande amicizia e fiducia che c’è l’ho convinto a ripartire da noi lo scorso anno e in questa stagione sta facendo sicuramente bene. Secondo me questa categoria gli va stretta e finché ce lo abbiamo noi ce lo godiamo. Ma ce ne sono tanti altri di ragazzi bravi.” Quella dell’Academy è una delle realtà giovanili più importanti sul territorio e di questo ne beneficia anche la prima squadra: “Ci sono in rosa almeno 12,13 ragazzi nati dal 2000 in poi. Per noi è importante farli giocare e soprattutto dar modo loro anche di sbagliare perché questo aiuta a farli crescere. L’obiettivo a inizio anno era infatti una salvezza con l’impiego di tanti giovani per costruire un’ossatura solida per il futuro.”

Il patron Squadroni chiarisce poi che da qui a fine anno non sarà chiamata nessun’altra guida tecnica e che lui stesso fungerà da allenatore: “Si andrà avanti così fino al termine della stagione. Ci abbiamo riflettuto, anche con tutti i dirigenti, e penso di conoscere meglio di tutti questi ragazzi. Loro hanno stima di me come io la ho di loro. Non prenderemo nessun altro allenatore da qui alla fine.”

Buttando un occhio al prossimo match, che da calendario si disputerà sabato pomeriggio a Civitanova contro la Vigor Macerata (4° forza del campionato a quota 40 punti): “Noi dobbiamo fare punti e scendiamo in campo per questo. Ci andremo a giocare questa partita senza aver paura di nessuno ma rispettando sempre l’avversario. All’andata da loro avevamo fatto un buon primo tempo passando anche in vantaggio anche se poi siamo stati raggiunti e superati, finì 4 a 1 e quindi vogliamo riscattarci.”

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS