Sportello automatico gli trattiene il bancomat, 40enne sfonda la vetrata: denunciato

Controlli dei Carabinieri nella Provincia di Ascoli Piceno

Nei giorni scorsi i Carabinieri del Comando Provinciale di Ascoli Piceno hanno dato attuazione ad un massiccio e capillare controllo del territorio. Su tutte le arterie stradali, sia cittadine che periferiche sono stati predisposti strategici posti di controllo alla circolazione stradale.

Nello specifico, i militari della Stazione di Villa Sant’Antonio di Castel di Lama, impegnata impegnati appunto nel servizio a largo raggio svolto in orario serale/notturno, hanno sorpreso un 56enne residente nel teramano che poco prima, mediante un grosso cacciavite, aveva forzato la porta di un bar di Colli del Tronto dove anche giorni prima erano stati perpetrati dei furti. L’uomo è stato arrestato in flagranza per tentato furto aggravato e posto agli arresti domiciliari, dovrà rispondere anche dei furti avvenuti giorni prima, poiché riconosciuto attraverso le immagini del circuito di sorveglianza dell’esercizio pubblico.

A Monteprandone, i militari della Compagnia di San Benedetto ed i colleghi del Nucleo Ispettorato del lavoro di Ascoli Piceno, hanno denunciato in stato di libertà un 38enne del luogo, titolare di un’officina meccanica, per alcune inosservanze delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro, contestandogli anche violazioni di natura amministrativa per oltre 5.000 euro.

Inoltre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Benedetto del Tronto hanno denunciato in stato di libertà due giovani di origine albanese, di 22 e 23 anni, per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere, poiché all’interno della loro auto detenevano, senza giustificato motivo, una mazza da “baseball” che è stata sequestrata. Sempre a San Benedetto del Tronto, i militari del Radiomobile hanno denunciato un 40enne di Monsampolo per danneggiamento aggravato, poiché sorpreso dopo aver danneggiato la vetrata di accesso allo sportello automatico di un Istituto di credito. L’uomo si è giustificato dicendo che il dispositivo gli aveva trattenuto la carta bancomat e non riusciva a recuperarla.

Nel centro di Ascoli Piceno, i militari della Sezione Operativa della locale Compagnia hanno sorpreso tre giovanissimi, di età compresa tra i 19 ed i 21 anni, con indosso modiche quantità di stupefacente del tipo hashish e che pertanto sono stati segnalati alla competente Autorità amministrativa quali assuntore di droga. Nel complesso, il dispositivo di servizio ha visto impegnati 33 militari con 16 veicoli che hanno controllato 175 autovetture, identificato 241 persone, elevate 14 contravvenzioni al codice della strada, 1 patente ritirata.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS