Spazzafumo ha chiuso la campagna elettorale abbracciato dai supporter e dal centrosinistra

Parole di elogio per gli ex candidati sindaci Bottiglieri Canducci e Angelini

Il centrosinistra sta con il candidato sindaco di Libera San Benedetto Antonio Spazzafumo. Al comizio di chiusura della campagna elettorale per il ballottaggio in piazza Matteotti erano in prima fila gli stati generali del Pd: il segretario della Federazione provinciale Matteo Terrani, la responsabile dell’Organizzazione provinciale Sara Calisti, il segretario dell’Unione comunale di San Benedetto Claudio Benigni, i già sindaci di Monteprandone Stefano Stracci e Ripatransone Paolo D’Erasmo, Stefano Greco, Elisa Marzetti. Per Azione hanno seguito il comizio di Spazzafumo i fondatori del partito di Calenda in Riviera Simone Splendiani e Maria Rita Morganti. A San Benedetto del Tronto si vota per il ballottaggio domenica 17 e lunedì 18 ottobre.

“La mia discesa in campo – ha detto Spazzafumo – è stata un’esigenza: io avevo i miei hobby il mio lavoro, ma ho messo da parte tutte queste cose per il bene della città. Avevo la percezione di una San Benedetto abbandonata, che ha paura anche a candidarsi. Quando c’erano persone che si proponevano arrivavano telefonate di minaccia e dovevamo ricominciare da capo”. E ha promesso una città pulita, sicura e produttiva “con i giovani che avranno il ruolo che mertitano”.

Spazzafumo conta sul voto degli elettori delle coalizioni escluse al primo turno. E cita i tre ex candidati sindaci. “In questi mesi di campagna elettorale – insiste – sono stato contento di avere conosciuto Serafino Angelini, candidato sindaco del M5S e Cambia San Benedetto, constatando le sua preparazione: un vero professionista. Ho conosciuto Aurora Bottiglieri, candidata di Pd, Nos e Articolo Uno, una donna speciale, fantastica. Paolo Canducci dei Verdi RinasciMarche è una persona grintosa, simpatica, sempre disponibile. Tra noi competitors alla fine si è creata empatia. Ci siamo trovati su fronti diversi, seppure abbiamo idee e programmi simili”.

E per finire vino e porchetta per i tanti sostenitori che hanno sopportato il freddo pungente per fare sentire il loro calore al candidato sindaco.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia