Spartan Queens protagonista in Veneto: bel confronto con i top club italiani

Le ragazze dello Spartan Queens protagoniste nel raduno Veneto

RUGBY 7 FEMMINILE – La società Veregrense nelle vesti di rappresentativa marchigiana è stata ospite del Valsugana Rugby. Prossimo raduno in programma a dicembre

Domenica indimenticabile per le ragazze dello Spartan Queens Montegranaro. Le veregrensi, ospiti a Padova del Valsugana Rugby, hanno avuto modo di vivere una bellissima esperienza sfidando il Gotha del rugby femminile italiano. Oltre alla società ospitate, vi erano anche Villorba, Feltre e la squadra congiunta di Mantova-Cologno.

 

Giulia Zallocco al calcio

Quella delle Spartan Queens può definirsi un’autentica rappresentativa marchigiana. Sono otto le ragazze under 19 scese in campo domenica: cinque di Montegranato (Giulia Zallocco, Michela Viozzi, Gioia Scocco, federica Tempestilli, Tanuja Grasso), una in prestito da Ancona (Erica Giordani), un’altra da Jesi (Michela Pergolesi) e un’altra ancora da Pesaro (Mascia Jelic).

Le avversarie erano ostiche, ma le marchigiane hanno tenuto testa ai top club italiani. Montegranaro ha perso 20-19 contro Mantova, 43-14 contro Villorba, 19-5 contro Feltre e 19-0 contro Valsugana. Risultati che lasciano il tempo che trovano, ciò che conta è una prima volta di questo confronto e come afferma la stessa società veregrense “ce ne saranno molti altri. Il Comitato Veneto ci accoglierebbe molto volentieri e infatti è già in programma un prossimo raduno fissato per il mese di dicembre. Le ragazze comportate bene al di là dei risultati, è stato sicuramente un test positivo che ci ha permesso di confrontarci con il Gotha del rugby femminile italiano, poi giocavamo anche leggermente sotto età con ragazze del 2003 e del 2004, mentre di fronte c’erano tutte 2002. Non vediamo l’ora di partecipare al prossimo evento.

Speriamo, come società, di diventare in futuro una vera e propria rappresentativa marchigiana e portare il nome delle Spartan Queens e delle Marche per tutta Italia. L’appello che la società vuole fare è quello di voler coinvolgere quante più ragazze marchigiane possibili. C’è la possibilità di iscriversi al club, con la possibilità di confrontarsi con il meglio del rugby femminile italiano”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia