Soffiano i “venti” alle spalle di Ruzzier: “Sarebbe grande traguardo ma meglio il playoff”

Ruzzier decisivo

PROMOZIONE – L’attaccante del Corridonia a quota 19 con Iori. Gol decisivo sabato con la Vigor Castelfidardo, adesso si sogna. “Due finali da vincere”


Un successo pesantissimo quello ottenuto dal Corridonia, che nello scorso weekend si è aggiudicata lo scontro diretto play-off contro la Vigor Castelfidardo, accorciando così il gap a otto punti sulla seconda piazza che permetterebbe ai rossoverdi di disputare gli spareggi post-season. A decidere la contesa, al novantaquattresimo, ci ha pensato Mattia Ruzzier che con un preciso colpo di testa su cross di Monti ha trovato il goal partita. E proprio con lui abbiamo analizzato la gara di sabato pomeriggio: ” È stata una vittoria pesantissima anche per il fatto che non abbiamo fatto una delle nostre migliori prestazioni. Sicuramente il campo non facilità la prestazione. La vittoria è arrivata in un momento inaspettato e dove siamo rimasti in dieci contro una Vigor Castelfidardo che ci ha messo in difficoltà e ha dimostrato di giocare meglio di tutti in questa stagione. A Potenza Picena abbiamo perso una gara dominata dove abbiamo avuto tante occasioni, mentre sabato, quando la gara sembrava incanalata verso il pareggio, è arrivato questo mio goal pesante, visto anche il momento della stagione“.

Una stagione che, comunque vada a finire, da incorniciare per il collettivo del presidente Bistosini, soprattutto in relazione allo scorso anno dove i rossoverdi si sono salvati ai playout: ” L’anno scorso io sono arrivato a dicembre e le difficoltà erano tante, anche perché avevamo una rosa corta. La salvezza in extremis è stata secondo me un miracolo. Quest’anno siamo ripartiti con diverse pedine dello scorso anno a cui si sono aggiunti i vari Cornero, Galdenzi, Mariani che hanno portato nuova freschezza. Il nostro segreto è pensare partita per partita. La nostra forza è stata sempre quella di giocarsela con tutti. L’obiettivo era la salvezza, ma adesso che siamo lì andiamoci a prendere questo sogno che sarebbe un grande traguardo”. Un reparto offensivo, quello rossoverde, che oltre a segnare diverte e si diverte mostrando grande intesa e affinità: ” Si, è vero, abbiamo una grande intesa con Cornero, Galdenzi e gli altri. Mi dispiace solo il fatto che tutti e tre insieme abbiamo giocato solo la prima partita a Porto San Giorgio. Poi Galdenzi ha avuto qualche problema e Cornero anche e quindi tutti e tre insieme siamo tornati a giocare nella gara di Potenza. Spero di riuscire a rivedere questo trio insieme per divertirci come a inizio stagione. Però ci tengo a sottolineare anche il lavoro degli altri attaccanti più giovani che sono stati di grande aiuto dando, seppur in maniera minore, il loro contributo”.

Ritornando al presente, le ultime due gare opporranno il Corridonia alla Cluentina e al Porto Sant’Elpidio , due formazioni ancora in cerca di punti per ottenere la salvezza matematica: ” Sabato affrontiamo la Cluentina e sarà una partita difficile perché loro sono una squadra esperta. Non sarà facile perché giochiamo su un campo sintetico, stretto e anche un po’ consumato, quindi un campo opposto al nostro. Dobbiamo dare l’anima e saper soffrire quando c’è da farlo e sfruttare le occasioni e gli episodi a favore. Saranno due finali e bisogna cercare di vincerle entrambe cercando di non lasciare punti per strada. poi alla fine vedremo“. Una stagione da incorniciare anche a livello personale per Ruzzier che con il goal di sabato scorso è arrivato a quota diciannove in campionato, raggiungendo Iori in testa alla classifica marcatori e nelle ultime due giornate si giocherà il titolo di capocannoniere: ” Il fatto di trovarmi in alto con Iori mi fa piacere. Riuscire a vincere sarebbe bellissimo e arrivare a quota venti goal sarebbe un grande traguardo ma il primo obiettivo è raggiungere i playoff perché senza questo gruppo fantastico non sarei dove sono. Futuro? Sinceramente ancora non abbiamo parlato né con il presidente né con la società, quindi è tutto vago. Qui a Corridonia mi trovo benissimo, perché per fare delle stagioni del genere c’è il merito anche della società, dei compagni e del mister. Adesso penso a finire al meglio questa stagione, poi si vedrà”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS