Soccorso in mare, l’esercitazione a Civitanova

di Maikol Di Stefano

Operatori sanitari che si calano in mare dall’elisoccorso e bagnanti ad assistere, ma è solo un’esercitazione. Il tutto si è tenuto nella giornata di ieri (2 luglio) a Civitanova nelle acque antistanti il lungomare sud.

Una complessa esercitazione di soccorso in mare coordinata dal Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Civitanova Marche, Tenente di Vascello, Ylenia Ritucci, alla quale ha preso parte un articolato dispositivo aeronavale composto da mezzi navali della Guardia Costiera di Civitanova Marche ed un elicottero Nemo12 della Base aerea della Guardia Costiera di Pescara.

L’attività addestrativa ha mostrato come – in condizioni reali – la Guardia Costiera effettua un soccorso ad un naufrago in mare: l’elicottero Nemo della Guardia Costiera di Pescara, con un proprio aero soccorritore specializzato in grado di intervenire anche in presenza di condizioni meteo marine estreme, ha dapprima recuperato con il verricello il naufrago, trasbordandolo successivamente sull’unità navale della Guardia Costiera impiegata anch’essa nell’esercitazione. A dare ulteriore risalto alla complessa operazione, che ha testato la “macchina dei soccorsi” alle porte della stagione estiva, è stata la cornice di pubblico che ha visto un elevato numero di spettatori presenti per l’evento “International Motor Days”.

“L’esercitazione, infatti, ha voluto rappresentare un invito alla consapevolezza e alla responsabilità, nel segno della prevenzione e della sicurezza in mare, in previsione di un periodo estivo in cui è atteso un eccezionale afflusso di presenze lungo le coste e in mare, nonché a bordo di unità da diporto”. Hanno spurgato i militari della Guardia Costiera.

Dalla Home

Articolo Precedente
Articolo Successivo

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia