Skateboard alle Olimpiadi 2021: l’azzurra Asia Lanzi si classifica ai Giochi

Le Olimpiadi di Tokyo 2021 sono ormai vicine, a distanza di un anno dal rinvio siamo ormai prossimi all’inizio del programma sportivo che si terrà il 23 luglio 2021. Tra le varie discipline che per la prima volta appariranno ci sarà il surf, il karate e lo skateboard. E proprio per lo skate, l’ultima speranza degli azzurri era riposta nella giovanissima bolognese Asia Lanzi. “Le Olimpiadi sono un sogno, è la prima volta che questa specialità finisce ai Giochi. Sono convinta che, qualificarsi, significherebbe ritagliarsi un futuro da professionista”, ed è proprio quello che le auguriamo, visto l’ottenuta posizione che le aprirà le porte agli ormai prossimi giochi in giappone.

Tutti pronti quindi per il grande evento: appassionati ma anche semplicemente sostenitori dello sport di qualità, giocatori e scommettitori potranno inoltre avvalersi dei diversi portali di gioco legali e dei loro generosi bonus di benvenuto, per accedere ad un vasto catalogo di slot online orientate allo sport, ed ingannare così l’attesa dell’inizio delle Olimpiadi 2021.

Le qualifiche

Asia Lanzi è stata capace di superare Charlotte Hym nelle qualifiche, ottenendo un maggior quantitativo di punti e firmando così la sua partecipazione al grande evento sportivo dell’anno. Ecco la dichiarazione di Asia dopo aver potuto tirare un respiro di sollievo in seguito alla sua qualifica: “Emozione straordinaria, arrivata in modo così particolare che ancora non riesco a rendermene conto. Dedico il risultato alla mia famiglia”. Insieme ad Ivan Federico e Alessandro Mazzara sale così a tre il numero degli atleti Azzurri che porteranno a Tokyo la disciplina dello skateboard.

Cenni storici

Sono passati 125 anni dalla prima edizione delle Olimpiadi avvenuta nell’ormai lontanissimo 1896 allo Stadio Panathinaiko di Atene, un lasso di tempo che comprende ben 55 edizioni di Sport Olimpici, tra estivi ed invernali. Moltissimo è cambiato da allora e molti sport “discutibili” sono via via spariti (come il tiro al piccione o il tiro alla fune). Una cosa però è certa, dal punto di vista del coinvolgimento l’evento mantiene sempre il suo grande fascino sulla popolazione, che sia sportivi, o anche solo appassionati dell’evento.

Curiosità: la prima donna a vincere le Olimpiadi

A proposito di atlete femminili, l’11 luglio 1900 a Parigi fu la tennista britannica Charlotte Cooper a vincere cinque volte consecutivamente il torneo di Wimbledon. Per quanto riguarda l’atletica femminile invece, la prima gara risale ai Giochi di Amsterdam, nel 1928. In quell’occasione il primo oro fu conquistato dalla statunitense Elizabeth Robinson. All’epoca la 16enne dell’Illinois aveva corso appena quattro mesi prima per la sua prima volta, ma questo non fu rilevante in termini della competizione sportiva: alla seconda gara olimpica la Robinson segnò il suo personale record del mondo.

La prima vittoria dell’Italia

La primissima medaglia olimpica italiana risale al 31 maggio 1900 con i Giochi della II Olimpiade. In quel caso fu Gian Giorgio Trissino a vincere l’argento a Parigi nell’equitazione, esattamente con il salto in lungo. Trissino fu anche il primo ad ottenere l’oro nella specialità del salto in alto, con un’elevazione di metri 1,85, il 2 giugno 1900 in sella a Oreste.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia