Sisma: nuovo campo sportivo ad Arquata, Acquaroli: “Ricostruzione deve essere priorità nazionale”

Alla cerimonia presenti anche Marco Belinelli, Massimo Ambrosini e Davide Mazzanti

La ricostruzione post sisma è “una priorità non solo del governo della Regione Marche, ma deve essere anche una priorità del governo nazionale“. Lo ha detto il presidente della Regione Francesco Acquaroli, a margine dell’inaugurazione ad Arquata del Tronto di un campo sportivo realizzato grazie ai fondi raccolti con l’iniziativa “Olive Ascolane Solidali” promossa nei ristoranti McDonald’s in tutta Italia tra novembre e dicembre 2016. Presenti alla cerimonia oltre al sindaco Aleandro Petrucci, Massimo Ambrosini, stella del calcio italiano e originario delle Marche, Marco Belinelli, cestista di fama mondiale e unico italiano ad aggiudicarsi il titolo Nba, Davide Mazzanti, CT della nazionale Italiana di volley femminile.

 

Parlando con i giornalisti, il governatore ha rilevato che dal terremoto del 2016 sono passati “4 anni in cui si è stati concentrati su questioni burocratiche più che sule reali esigenze di queste terre. Si è preferito guardare alle procedure – ha aggiunto – più che alle macerie, alle infrastrutture, alle abitazioni private. Crediamo che le vite di queste persone e di questi territori valgano più delle procedure, quindi occorre semplificare, creare una filiera istituzionale tra commissario, Regione e Comuni per dare risposte celeri, un segnale di speranza a coloro che hanno aspettato 4 anni, speriamo che non abbiamo atteso invano” – ha affermato Acquaroli.

“Grazie a McDonald’s Arquata ha ora tutte le attrezzature per far fare sport e aggregazione ai nostri giovani. Ma ora ci aspettiamo che Governo e Regione Marche diano veramente e una volta per tutte una accelerazione decisa alla ricostruzione dei nostri paesi distrutti dal terremoto“. Affaticato da problemi di salute che lo affliggono da diversi mesi, ma non domo, il sindaco di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) Aleandro Petrucci ha fatto gli onori di casa all’inaugurazione di questa mattina.
“Abbiamo dato una risposta importante ai giovani, ma la gente che sta nelle casette mi chiede ogni giorno quando avrà di nuovo una casa vera dopo quattro anni. Non ricordano che abbiamo avuto a che fare con 4 governi, 4 commissari alla ricostruzione, che c’è ancora una burocrazia che continua a mettere i bastoni fra le ruote. Se ne dimenticano e se la prendono col primo che arriva, che generalmente è il sindaco” ha detto Petrucci ringraziando McDonald’s: “in due mesi hanno raccolto una somma per noi enorme; sono pronto a dare loro anche più tempo se ci daranno ancora una mano per altre cose di cui abbiamo bisogno”.

(Ansa)

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana