Sigarette a minorenni: tabaccheria rischia chiusura, sanzione da 2000 euro per la titolare

Ragazzini scoperti dalla Polizia

Nell’ambito di pianificati servizi di Polizia amministrativa disposti dal Questore di Ancona, nella giornata di ieri (27 maggio) la Polizia di Stato (Squadra amministrativa e di Sicurezza della Divisione Pasi e Squadra Mobile) ha effettuato dei servizi di controllo nel centro di Osimo, volti a verificare il rispetto della normativa Tulps e in particolare la somministrazione di alcolici a minori.

Nel corso di tali servizi, il personale operante si è accorto come alcuni minori uscivano da una tabaccheria nel centro storico di Osimo dopo aver comprato alcuni pacchetti di sigarette. La legge impone ai titolari di tabaccherie di chiedere l’esibizione di un documento di identità tranne nei casi in cui la maggiore età dell’acquirente sia manifesta. La norma è posta a tutela proprio della categoria protetta dei minorenni. I poliziotti hanno dunque controllato i minori che avevano appena acquistato pacchi di sigarette, affidandoli successivamente ai loro genitori. La titolare della tabaccheria è stata pertanto sanzionata con verbali per un importo pari a 2000 euro, per aver venduto tabacchi ad alcuni minorenni.

Ora l’esercizio rischia la chiusura per 15 giorni ed eventuali provvedimenti ablativi da parte della Prefettura e dell’Agenzia dei Monopoli. Se dovesse incorrere in una ulteriore violazione rischierebbe una sanzione fino ad 8000 euro e la revoca della licenza.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia