“Siamo leggeri in avanti e senza bomber, difficoltà a vincere gare in casa”

PROMOZIONE – L’allarme lanciato da Voltattorni, vice di Palladini sulla panchina del Porto Sant’Elpidio

di Lorenzo Cortellucci

Per i padroni di casa, in panchina c’era il vice Voltattorni (l’allenatore Palladini squalificato). Dall’altra parte mister Andrea Silenzi guidava i rossoverdi. Un pareggio a reti bianche che muove la classifica, ma non accontenta le due compagini. Nel derby fermano andato in scena allo Stadio Ferranti di Porto Sant’Elpidio, i padroni di casa hanno impattato 0 a 0 contro un arcigno Rapagnano, che però l’indomani ha cambiato ugualmente l’allenatore (leggi). Non convincenti gli uomini di mister Palladini (non presente in panchina perché squalificato), che hanno si creato varie occasioni, ma, allo stesso tempo, hanno subito particolarmente il gioco dei rossoverdi. Ospiti più volte vicini al gol, ma ad entrambe le squadre è mancato il guizzo decisivo. “Un punto che non ci accontenta e che conferma la nostra difficoltà di vincere partite in casa – commenta il vice Voltattorni – Tolto il campo forse non in perfette condizioni e qualche scelta arbitrale da rivedere, non si può dire che non ci abbiamo provato, anzi, con ogni mezzo volevamo buttarla dentro. Poi, come capita in questo tipo di partite, subentra anche la stanchezza e nel finale siamo calati”.

Porto Sant’Elpidio con una vittoria avrebbe agganciato la zona playoff. “Esatto, ma non dobbiamo guardare la classifica o il possibile scatto in avanti con un eventuale vittoria. Nella Promozione di quest’anno, la differenza di punti è talmente poca che un paio di passi falsi ti invischiano nella lotta retrocessione”. Troppe occasioni sprecate o bravo il Rapagnano a difendersi? “Di sicuro, nel primo tempo ed a tratti nel secondo, di palle gol ne abbiamo avute diverse, ma senza concretizzarle. Guardando la rosa, ci manca un ragazzo che la butti dentro, un bomber, una prima punta. Secondo me siamo leggeri in avanti”. Nel mercato invernale, la società lavorerà per sopperire a questa carenza? “In questo senso dirigenti e direttore sportivo stanno già lavorando. Abbiamo delle carenze in quel settore e sappiamo che la società interverrà”.

Un punto che, al contempo, muove la classifica degli uomini di Silenzi. Il tecnico è stato sollevato dall’incarico, non prima di aver espresso le sue considerazioni nell’ultima intervista. “Viste prestazione e palle gol create, c’è rammarico. La squadra, nel complesso, ha giocato bene, scrollandosi di dosso le preoccupazioni legate all’ultimo posto in classifica. Lottiamo con tutti fino alla fine, non guardando ai punti fatti finora, ma a quelli che possiamo conquistare”. Un solo cruccio, quel gol che non è arrivato. “Il Rapagnano visto oggi in campo non merita questa posizione. Bravo il Porto Sant’Elpidio che ha lottato con ogni mezzo, ma, in campo, meritavamo di più noi”. Come uscire dalle zone retrocessione? “Sapevamo che questa categoria era difficile. La vittoria nella prima di campionato ti carica, ma questa Promozione è complessa e piena di insidie. Ci troviamo invischiati nella lotta retrocessione e combatteremo come meglio possiamo”. Su cosa migliorare? “Buone azioni in ripartenza, bei fraseggi e giro palla ordinato, ma abbiamo bisogno di gol, questo è il punto dove dobbiamo concentrarci di più in settimana”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS