Si lega i cavi di un macchinario diagnostico al collo e si impicca

La vittima è un 72enne di Mondolfo

Un gesto estremo forse dettato dalla disperazione quello compiuto, alle 4.30 di questa mattina, da un uomo di 72 anni di Mondolfo, che si trovava all’ospedale Santa Croce di Fano. Era scomparso da circa mezz’ora, quando lo hanno trovato era già troppo tardi. Il 72enne si è tolto la vita impiccandosi con i cavi di un macchinario diagnostico alla maniglia esterna di una porta: uscito all’esterno, forse saltando una finestra al piano terra, si è messo un cappio al collo e si è lasciato andare.

Inutili tutti i tentativi di rianimazione. L’uomo soffriva da tempo e ieri, dopo essersi rivolto al pronto soccorso, è arrivata l’ennesima cattiva notizia di ulteriori problemi di salute. Probabilmente nella notte, il mondolfese ha maturato la decisione di farla finita.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Fano.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS