Sfredda: “Fatta nostra una gara sporca”, Ceccarini: “Ripresa a senso unico”

POST MACERATESE-URBINO – Il ds biancorosso guarda alle prossime cinque finali e alla quota 40 da raggiungere, il mister ducale recrimina

Nel post gara di Maceratese-Urbino (terminata 1 a 0 in favore dei biancorossi) abbiamo raccolto le impressioni dei protagonisti del match. Da una parte il direttore sportivo della Maceratese Giuseppe Sfredda analizza così la vittoria della sua squadra che permette ai biancorossi di uscire dalla zona playout: “È il minimo che si potesse soffrire contro una squadra che gioca a calcio e ha un allenatore esperto con una società che ho sempre elogiato per la loro sportività e le loro idee di calcio. Noi oggi abbiamo vinto la nostra prima partita sporca, certamente c’è stato anche un po’ di mestiere ma non lo nascondiamo perché quando devi vincere certe partite devi usare tutte le armi che hai a disposizione”.

Ci saranno ancora cinque finali perché non c’è nulla di scontato. Ora ci godiamo questa vittoria, penso che sia strameritata per impegno e sacrificio, non perché siamo stati superiori all’avversario e questo ci tengo a sottolinearlo. Poteva finire anche in pareggio però oggi serviva più a noi i punti e abbiamo vinto questa gara con il coltello e i denti la abbiamo vinta e per noi è importantissimo. Io guardo la quintultima noi secondo me a quota quaranta siamo fuori. Dobbiamo fare nove punti come e dove non lo so però farli tutti sarà difficile perché incontriamo squadre importanti che giocano con tranquillità e senza pressione. Non significa che arrivati a questo punto non hanno stimoli come per esempio l’Urbino che sono sicuro già domenica ripartirà subito forte”.

Dall’altra parte l’allenatore dell’Urbino Antonio Ceccarini analizza con un pizzico di rammarico la sconfitta maturata facendo riferimento anche al presunto rigore non dato dal direttore di gara ai ducali per un fallo su Tamagnini in area biancorossa: “Il primo tempo è stato equilibrato con la Maceratese che ha fatto la sua partita perché è una squadra importante con giocatori importanti. Il secondo tempo penso si sia giocato a senso unico, abbiamo provato in tutti i modi a segnare e loro hanno cercato con l’esperienza di non farci fare goal. Abbiamo diverse situazioni importanti, abbiamo colpito una traversa e poi una situazione molto dubbia. L’arbitro è stato bravo perché se fischia è obbligato a dare il rigore invece ha lasciato correre però abbiamo visto le immagini e abbiamo molto da recriminare”.

“È una società composta da ragazzi in gamba ed educati e non ci lamentiamo mai, siamo arrivati qui in grande difficoltà a mettere undici giocatori hanno giocato e non si è accorto nessuno. Noi tiriamo dritto per il nostro campionato però ci dispiace perché in tante situazioni ci troviamo in questa via di mezzo. Io devo essere sincero abbiamo i punti e giochiamo bene però siccome c’è lo dicono tutte le domeniche comincia a roderci un pochino. Noi ora dobbiamo guardare a queste cinque partite e riuscirci a tirare fuori perché a invischiarsi è un attimo e poi riuscire a fare qualche goal di più perché è quella cosa che forse ci manca. A parte Innocenti che ha grande esperienza gli altri sono tutti ragazzi che vengono da categorie inferiori che giocano nell’Urbino con tanta passione quindi ci dobbiamo aspettare momenti positivi ma anche altri meno positivi”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS