Sfida salvezza per l’Ascoli, a Venezia l’esordio di Dionigi

SERIE B – Domani (venerdì) la sfida in Veneto

Rifinitura ultimata prima della partenza per Venezia. Mister Davide Dionigi è sceso in campo al Picchio Village con la sua squadra in mattinata per gli ultimi dettagli prima di trasferirsi in Veneto per il delicato match salvezza in scena domani sera alle ore 21. Sul pullman direzione laguna saliranno 24 convocati:

PORTIERI: Leali, Marchegiani, Novi.

DIFENSORI: Andreoni, Brosco, De Alcantara, Ferigra, Gravillon, Padoin, Ranieri, Sernicola, Valentini.

CENTROCAMPISTI: Brlek, Cavion, Costa Pinto, Eramo, Petrucci, Troiano.

ATTACCANTI: Matos, Morosini, Ninkovic, Scamacca, Trotta.

Mancano gli infortunati Piccinocchi, Pucino, Beretta e Rosseti. Assente anche il “gruppo Primavera” che Abascal aveva promosso in prima squadra nelle ultime settimane. Mister Dionigi ha potuto lavorare poco sulla squadra in questi giorni, ma ha portato il suo credo tattico comunque subito alla mentre dei giocatori. Si giocherà con il 3-5-2 o il 3-4-1-2, questi i moduli. Davanti a Leali il terzetto composto da Brosco, Gravillon e Ranieri. Sulle fasce, che siano da quinti o da esterni, Andreoni e Sernicola. In zona centrocampo sono tantissimi i dubbi e diverse prove effettuate dal tecnico emiliano. Cavion ha già giocato due gare ravvicinate per novanta minuti, ma sembrerebbe poter comunque riprendersi una maglia da titolare.

Con lui Troiano è accreditato da cancelletto mentre al suo fianco si ipotizza anche un ritorno di Padoin nella zona centrale, ma può essere utilizzato anche come esterno. Tanto dipenderà dalla scelta davanti. Morosini e Scamacca, qualora il primo sia tornato ok dal punto di vista fisico dopo il lieve affaticamento, formeranno l’attacco. Ovviamente in caso di 3-4-1-2 Ninkovic agirà dietro le punte e la coppia Eramo-Troiano come duo di centrocampo. Nel caso del 3-5-2, invece, il serbo potrebbe anche rifiatare ed essere utile a partita in corso.