Servigliano le prova tutte, chance con imprenditore locale: alla finestra la Maceratese

Domenico Dezi, presidente Servigliano

ECCELLENZA – Il presidente Dezi al lavoro per non far sparire la società

Domenico Dezi è il presidente del San Marco Servigliano, squadra militante nel torneo d’Eccellenza. Negli ultimi giorni il numero uno del Servigliano è intento a cercare di ricucire una situazione molto ingarbugliata e pesante. La società infatti non avrebbe la forza di poter ripartire nel prossimo torneo di Eccellenza e per questo motivo si sono provate diverse strade: la prima era quella di far avvicinare imprenditori locali che potessero rilevare la società, metterla a posto sotto tutti i punti di vista e far ripartire il progetto a Servigliano. Dopo diversi giorni di colloqui e incontri alla fine il numero uno del Servigliano si è trovato con un pugno di mosche tra le mani. E così è partita la caccia alla possibile fusione con società limitrofe, volgarmente detta (ma non è il termine corretto) vendita di titolo.

Tecnicamente parlando non si tratta di una vendita di un titolo sportivo che è illegale ma si tratta di un inserimento da parte di nuovi soci nella srl a capo del San Marco Servigliano. La corte di patron Dezi è principalmente nei confronti della Maceratese ma dopo un iniziale abboccamento le parti stanno facendo le giuste valutazioni per capire bene tutta la situazione: sia economica che burocratica per andare a portare a termine una situazione del genere. La Civitanovese, corteggiata anch’essa, non sembra interessata all’operazione.

Il pomeriggio odierno tuttavia è fondamentale per il futuro del Servigliano perché ci sarà un incontro tra patron Dezi e un imprenditore della zona. Qualora non dovesse andare a buon fine la trattativa l’ultima speranza del Servigliano resta quella di portare il titolo a Macerata. Per questa operazione c’è tempo fino a domani pomeriggio alle 18.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia