Serate sfrenate alla Baia Imperiale, risse e minorenni ubriachi: scatta la chiusura

Locale preso d’assalto dai giovani per ballare in divieto delle norme anti Covid

I carabinieri di Gabicce Mare hanno notificato al noto locale Baia Imperiale l’ordinanza di chiusura di 15 giorni emessa dalla Questura di Pesaro. I carabinieri hanno ricostruito numerosi episodi riguardanti le sfrenate nottate del locale, tra interventi delle forze dell’ordine, segnalazioni di avventori o di cittadini.

E così è stato possibile valutare in un quadro d’insieme le risse e le lesioni riportate dai clienti all’esterno del locale, i numerosi interventi del 118 per gravi malori avuti soprattutto da minorenni a causa dell’alcol assunto, danneggiamenti, segnalazioni di tantissimi minori per l’assunzione di stupefacenti e schiamazzi diffusi in tutta la città all’uscita dal locale. E questo è nulla, i carabinieri hanno documentato come il locale, privo di agibilità per il ballo e teoricamente attivo solo come bar, si trasformava nella solita discoteca presa d’assalto da svariate centinaia di ragazzi in divieto alle norme anti-Covid.

A nulla sono servite le sanzioni specifiche già contestate dalla Polizia Locale di Gabicce, anzi, nel locale era bandito ogni strumento di prevenzione, così come era ben accetto ogni espediente per eludere i controlli. Infatti, la musica veniva fermata in presenza delle forze dell’ordine e addirittura i buttafuori annunciavano ai ragazzi di avere il sentore che all’interno vi fossero carabinieri in borghese e che la serata danzante sarebbe cominciata non appena questi fossero usciti.

La chiusura è stato dunque l’unico epilogo possibile contro chi non ha avuto alcuna remora nel porre a rischio la salute di migliaia di ragazzi.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia