Sci e Covid, scontro tra Regioni e Governo per aprire gli impianti sciistici

 

Nelle Marche la stazione Bolognola Ski si sta preparando al meglio in attesa dell’apertura

“Noi ci proviamo e ci crediamo, rischiando come abbiamo sempre fatto in questi anni. Il freddo non aspetta le decisioni del Governo. Noi ci proviamo a fare un po’ di fondo e a testare bene l’impianto d’innevamento in attesa di sapere quanto si potrà aprire”. E’ questa la posizione della stazione sciistica marchigiana Bolognola Ski alla luce di una presunta decisione di tener chiuse le piste da sci.
Le Regioni tutte, insieme ai rispettivi presidenti, hanno raggiunto un accordo univoco sulle linee guida riguardanti lo sci. Un “contributo propositivo” al Governo, “per non compromettere la stagione sciistica e per non creare un danno irreversibile all’economia della montagna dei nostri territori”. Lo dice il vicepresidente della Conferenza delle Regioni Giovanni Toti. 

“Sarebbe un danno enorme, irreparabile, se il Governo confermasse le notizie circolate in queste ore, sulla possibilità di non aprire gli impianti da sci per le festività natalizie”. Lo dichiara Giuseppe Cuc, presidente del Collegio Nazionale dei Maestri di Sci e dell’Associazione Valdostana Maestri Sci. In Italia sono 15.000 i maestri di sci alpino, fondo e snowboard e 380 le scuole di sci che operano sull’intero territorio. “Molte famiglie vivono solo ed esclusivamente con il reddito percepito nei cinque-sei mesi invernali di attività. Una falsa partenza come quella annunciata, sarebbe drammatica per la categoria e per l’intero settore della montagna”, spiega Cuc.

Sulla vicenda si è anche mosso colui che è stato ed è tutt’ora il numero uno indiscusso dello sci italiano, Alberto Tomba. “Riaprite le piste. Lo sci è per eccellenza sport all’aperto ed individuale: in più, visto come ci si veste quando si va a sciare, non è davvero un problema di mascherine, perché già ora si usano normalmente protezioni della bocca e del viso. E sciando neppure c’è un problema di distanziamento”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia