Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Schiaccia la malattia, torna sul campo da beach e vince lo Scudetto con la Samb: la storia di Marcello Percia Montani

img
Marcello Percia Montani sorride dopo la conquista dello Scudetto con la Samb

IL PERSONAGGIO – Il bomber calabrese dopo la conquista del tricolore con i rossoblu: “Sono passati 5 anni da quando ho vinto la battaglia più difficile della mia vita, ma non ho mai perso la speranza di ritornare a giocare e a vincere”

Dall’inferno al Paradiso. Non ha messo il suo sigillo nella finalissima contro Viareggio, vinta 6 a 5, che è valsa lo Scudetto per l’Happy Car Samb, ma il bomber calabrese Marcello Percia Montani ha lasciato tante importanti firme nel suo percorso in maglia rossoblu. La più importante, al termine di un messaggio, indelebile, che ha fatto eco a quel trofeo alzato al cielo con orgoglio in maglia Happy Car Samb dopo la conquista del tricolore.

“Lo voglio dedicare a tutte quelle persone che cadono al primo ostacolo e non si rialzano più – racconta Percia Montani – Sono passati 5 anni da quando ho vinto la battaglia più difficile della mia vita, ma non ho mai perso la speranza di ritornare a giocare e a vincere. La voglia e la determinazione mi hanno aiutato a combattere quel male che stava cercando di portarmi via dai miei cari e da quel rettangolo di gioco. ‘Scordati gli addominali’ mi dicevano, “non potrai mai più ritornare come prima”. La mia risposta? Ridevo. All’inizio avevo vergogna della cicatrice che porto sulla pancia, ma devo dire che è il tatuaggio più bello che ho. E comunque l’ho sempre saputo che prima o poi avrei vinto qualcosa d’importante! Questo trofeo lo dedico alla mia famiglia, alla mia ragazza e ai veri amici. Nella vita, se insisti e resisti, raggiungi e conquisti”.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar