Scendono dall’ambulanza per assistere un paziente: ladro trafuga tablet

Un gesto inqualificabile

Si erano fermati in via De Gasperi ad Ancona e una volta accostata l’ambulanza lungo il marciapiede non ha fatto altro che spegnere il motore e mettere il tablet di servizio all’interno di una sorta di cassetto presente nel cruscotto dell’ambulanza. Una volta esaurite queste formalità di rito, l’equipaggio della Croce Gialla sceso dall’ambulanza ha raggiunto l’abitazione del paziente per organizzare il trasferimento in ospedale. Gesti ripetuti migliaia di volte e fin qui nulla di eccezionale se non il fatto che quando l’equipaggio è ritornata in strada si è accorto che dal cassetto presente nel cruscotto era stato rubato il tablet di servizio.

 

Un gesto inqualificabile che molto probabilmente è stato portato a termine da una persona che con fare indiscreto è riuscita a tenere sotto controllo l’equipaggio della Croce Gialla per poi colpire nel momento in cui autista e soccorritore si sono allontanati. Una persona che non ha esitato ad aprire lo sportello dell’ambulanza afferrare il tablet e allontanarsi come se nulla fosse facendo perdere le proprie tracce. Ad accorgersi di quanto accaduto proprio il personale della Croce Gialla una volta risalito a bordo del mezzo.

A commentare quanto accaduto il presidente Alberto Caporalini: “Siamo amareggiati per questo episodio che senza dubbio è opera di un balordo ma il fatto non deve essere strumentalizzato. La gente ci ama, ha un profondo rispetto per il personale della Croce Gialla anche per l’impegno che mette ogni giorno al servizio della città. Sarebbe bello se questa persona ci riportasse indietro il tablet anche per il fatto che per come è stato impostato, può servire solo al personale della Croce Gialla. Resta il fatto che da adesso in poi saremo costretti a chiudere i mezzi a chiave ogni volta che si effettua un servizio e si sale a casa dei pazienti”.

Dalla Home

Articolo Precedente

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia