Scardina la cassa dello chalet, poi si… riposa in spiaggia: la “folle” notte del ladro

Si tratta di un 39enne senza fissa dimora; vicino a lui trovati arnesi da scasso

Verso le ore 8.00 di ieri 9 agosto la “Volante” del Commissariato di Polizia di Civitanova Marche è intervenuta presso lo stabilimento balneare “Lido della Polizia” su richiesta del gestore che al momento dell’apertura si era accorto che durante la notte ignoti, passando da una finestra, si erano introdotti all’interno della struttura da cui era stata asportata la cassettiera del registratore di cassa contenente il fondo cassa ed una cassettina contenente altro denaro.

Dopo aver preso atto di quanto accaduto, i poliziotti hanno notato un uomo che dormiva disteso su di un lettino nelle immediate vicinanze della battigia. Vicino vi era uno scatolone pieno di bevande che l’uomo, 39 anni, residente in provincia di Fermo, di fatto senza fissa dimora, ha riferito averlo trovato su di un tavolino del bar dello stabilimento. I successivi accertamenti effettuati dai poliziotti hanno consentito di rinvenire, nelle vicinanze dell’uomo, nascosti sotto un pattino, due grossi cacciavite e un piede di porco. All’interno dello zaino dell’uomo è stata rinvenuta la somma di circa 80 euro, numerose merendine ed un paio di occhiali da sole che il gestore dello chalet ha riconosciuto subito come di sua proprietà.

Per quanto sopra l’uomo è stato tratto in arresto per il reato di furto aggravato ed accompagnato presso il Commissariato di Polizia di Civitanova Marche a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si è tenuta questa mattina presso il Tribunale di Macerata. All’uomo è stato notificato altresì un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Civitanova Marche per il periodo di tre anni.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana