Scamacca-gol, Ascoli in Paradiso

L'Ascoli vince anche per commemorare il presidente Rozzi

SERIE B – Ai bianconeri basta un gol nella ripresa per piegare il Cittadella al Del Duca e tornare al successo

(foto di Agenzia Fotospot)

di Matteo Rossi

Brutto, sporco e vincente. L’Ascoli torna alla vittoria (1-0) in casa contro il Cittadella in un match di assoluta sofferenza.

I bianconeri si ritrovano al Del Duca dopo le tre trasferte della scorsa settimana dove ha raccimolato un solo punto. Zanetti opta per il ritorno di Troiano a centrocampo. Difesa confermata in blocco. Davanti Ninkovic ad ispirare Scamaccae ed Ardemagni. Solito 4-3-1-2 anche per il Cittadella: in campo l’ex D’Urso ed il bomber Diaw davanti.

La prima occasione è di marca bianconera: dagli sviluppi di un calcio d’angolo Paleari esce su Brosco, la palla arriva a Scamacca che calcia alto dall’interno dell’area di rigore. Risponde subito il Cittadella, neanche sessanta secondi dopo, con la girata di testa di Diaw che termina al lato. Al 10′ ottimo recupero a centrocampo di Brlek che esce con l’aiuto di Cavion, palla per Ninkovic sulla sinistra che offre un cross bello sul secondo palo all’indirizzo di Scamacca. Il bomber bianconero però si defila troppo e calcia, potente, ma alto. Al 19′ prima grande occasione per il Cittadella: colpo di testa di Diaw con parata di Leali che la lascia un po’ li senza bloccare, sulla sfera arriva come un treno Rosafio ma è bravo Brosco spazzarla via. Sempre la squadra ospite si fa vedere in avanti al 33′: errore di Troiano sulla trequarti, Vita arria al cross dalla destra trovando il colpo di testa di D’Urso che mette alto. Al 43′ l’Ascoli protesta per un tocco di mani in area di rigore, per Marini di Roma non ci sono gli estremi per un penalty. Un primo tempo avaro di emozioni ed occasioni da gol, con il Cittadella netto padrone del campo e del gioco, con l’Ascoli che appare molto meno brillante rispetto al difficile avversario di turno.

Nei primi minuti della ripresa la gara non cambia di tono. Al 5′ però il match si sblocca: cross dalla destra, si lotta in area con la palla di Ardemagni che esce appena al limite dell’area per Scamacca che non ci pensa su due volte e calcia alla destra di Paleari che si impegna ma non riesce a deviare. Vantaggio Ascoli. Al 7′ risponde Vita con una sforbiciata che Leali controlla tranquillamente. Poche occasioni, ma Ascoli che nel corso della ripresa riesce meglio a mettere pressione al Cittadella. Al 27′ Branca calcia dal limite dell’area con Leali che blocca sicuro. Subito l’Ascoli al 28′ in avanti con Nikovic che contraolla sul centrosinistra dell’area per poi calciare a giro sul secondo palo. Palla però a lato. Al 35′ pericolo però per i bianconeri: super sforbiciata del neo entrato Proia con palla molto forte che termina non lontana dalla traversa. Nel finale il Cittadella ci prova in tutti i modi ma la gara la vincono i bianconeri di Zanetti.

Il tabellino

ASCOLI – CITTADELLA 2-0

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Padoin, Brosco, Gravillon, D’Elia; Cavion, Troiano, Brlek; Ninkovic (48′ st Valentini); Scamacca (29′ st Beretta), Ardemagni (42′ st Piccinocchi) A disp. Lanni, Novi, Petrucci, Scorza, Chajia, Gerbo, Laverone, Matos. All. Zanetti.

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Frare, Adorni, Benedetti; Vita (21′ st Luppi), Iori, Branca (39′ st Panico); D’Urso; Diaw, Rosafio (28′ st Proia). A disp. Maniero, Mora, Camigliano, Bussaglia, Perticone, Gargiulo, Pavan, Celar. All. Venturato.

ARBITRO: Marini di Roma.

RETE: 6′ st Scamacca (A).

NOTE: ammoniti Frare (C), Ghiringhelli (C), Brlek (A), Rosafio (C), Troiano (A). Spettatori 5.768 (4.197 abbonati) per un incasso di 45.153,80 € (quota abbonamenti 33.181,80 €). Rec. 1′ pt, 6′ st.