Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Sassoferrato Genga, gli Allievi di Del Natale in crescita

/
img
Fabio Del Natale, tecnico degli Allievi

CALCIO GIOVANILE – I baby sentinati hanno bloccato il Moie Vallesina capolista, dispiacere per la sconfitta di Cupramontana. Il tecnico: “Progetto valido, qui l’ambiente ideale per lavorare e far bene”

La sconfitta rimediata ieri col Cupramontana per due reti a zero nell’ottava giornata del girone 5, non scalfisce il morale e il lavoro degli Allievi Provinciali del Sassoferrato Genga che domenica scorsa sono riusciti a bloccare sull’1-1 la capolista Moie Vallesina che era reduce da 6 vittorie consecutive. Una partita tutto cuore per i piccoli sentinati come racconta il tecnico Fabio Del Natale, 52 anni da quest’anno sulla panchina del Sassoferrato Genga: “Dopo essere andati in svantaggio, abbiamo sempre creduto di poter rimettere le cose a posto. I ragazzi non hanno mollato di un centimetro con il gol del pareggio che è arrivato all’ultimo assalto. Una prova di carattere per questa squadra composta prevalentemente da elementi del 2004 e del 2005″. Chi segue questi campionati giovanili racconta con un certo interesse di un Sassoferrato Genga che nella categoria Allievi sembra puntare proprio su questi ragazzi sotto età: “A inizio stagione, in accordo con la società, abbiamo deciso di puntare proprio su queste due annate, anche se in squadra possono giocare elementi del 2003.  E’ stato fatto un investimento non indifferente sotto il punto di vista anagrafico. Scelta che il sottoscritto ha condiviso a 360 gradi, anche se in qualche maniera ci ha creato qualche difficoltà iniziale soprattutto in fatto di esperienza, ma ora siamo riusciti a trovare i giusti equilibri in mezzo al campo. Il progetto è valido, siamo partiti guardando al futuro per il semplice fatto che questi giovani stanno crescendo sotto i  nostri occhi. Anche i risultati ottenuti ci stanno dando ragione. In rosa abbiamo giovani promettenti come Piermattei, che proprio contro il Moie Vallesina ha trovato all’ultimo assalto il gol del pari”.

Dopo una vita passata in altre società, come giudica questa nuova esperienza con il Sassoferrato Genga? “Nel periodo estivo, quando ho scelto di cambiare aria, in tanti mi avevano parlato bene di questa società che peraltro mi aveva cercato con una certa insistenza. Sono soddisfatto della scelta fatta. La società è organizzata a tutti i livelli, settore giovanile compreso. In altri posti e in più di una circostanza, sia io che i ragazzi che allenavo, ci eravamo sentiti abbandonati al nostro triste destino. Qui invece ogni settimana con i responsabili del settore giovanile facciamo il punto della situazione proprio per risolvere ogni tipo di situazione. Si lavora bene, ci stanno vicino ma sopratutto sono attenti alle esigenze della squadra e dei ragazzi”.

A proposito di squadra, dove possono arrivare questi giovani di belle speranze in un campionato difficile com’è quello degli Allievi? “I risultati sul campo ci interessano fino a un certo punto, resta il fatto che aver frenato la corsa della capolista è stato motivo di grande soddisfazione. Quello che a noi preme come staff tecnico e come società è la crescita di questi elementi, molti dei quali sono già nell’orbita della Juniores nonostante la giovane età. Stanno facendo esperienza e al tempo stesso capiscono cosa significa vivere uno spogliatoio come un gruppo unito dove è fondamentale darsi una mano uno con l’altro”. 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar