Sanità, Spazzafumo: “Dalla Regione 80 milioni per il nuovo ospedale”

“Abbiamo chiesto al governatore Acquaroli di ripristinare i servizi al Madonna del Soccorso”

“L’ospedale di primo livello verrà realizzato a San Benedetto del Tronto”, esordisce il sindaco Antonio Spazzafumo.

“La Regione Marche ha infatti preventivato una spesa di ottanta milioni  di euro per la sua realizzazione e sul “piatto” ha già reso disponibile uno stanziamento di 400mila euro per lo studio di fattibilità del nuovo nosocomio, per il quale già da tempo ci siamo attivati per trovare la giusta location sul nostro territorio. A scanso di equivoci: questa volta con territorio intendo proprio la città di San Benedetto.
Parallelamente abbiamo chiesto al presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, che ringrazio personalmente per la sua disponibilità ad accogliere le nostre istanze, di ripristinare completamente tutti i servizi del Madonna del Soccorso perché, pur guardando al futuro, non dobbiamo mai perdere di vista il presente. Ed il presente è avere l’attuale ospedale più efficiente e funzionale”.

 

Risultato ottenuto in sinergia. “Questo risultato, insieme agli altri interventi preventivati dalla Regione, è stato possibile anche grazie alla collaborazione – continua il sindaco di San Benedetto – del consigliere Regionale Andrea Assenti e dell’on. Lucia Albano, ad ulteriore dimostrazione che se tutti hanno lo stesso obiettivo, il benessere della nostra città e dei suoi abitanti, si può benissimo lavorare insieme, superando differenti ideologie, slogan e colorazioni politiche”.
La protesta dei sindaci del Piceno. “Contestualmente non posso che appoggiare la protesta dei sindaci del Piceno, che unitamente chiedono alla Regione Marche di coinvolgere le Istituzioni territoriali prima di giungere a delle scelte: solo tramite collaborazione, confronto e co-programmazione condivise soprattutto dal basso potremo disegnare una rete realmente garante – conclude Spazzafumo – dell’assistenza al territorio Piceno, dalla montagna alla costa, senza lasciare nessuno indietro. Ed anche su questo stiamo lavorando”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana