Sanità nel Piceno, l’ex sindaco Piunti: “Summit con tutti per uscire dalla crisi”

L’intervista

Un summit con tutti i primari e i sanitari del Mazzoni di Ascoli Piceno e del Madonna del Soccorso di San Benedetto, le sigle sindacali e con coloro che operano e lavorano negli ospedali piceni. Questa la proposta di Pasqualino Piunti, responsabile regionale sanità di Forza Italia ed ex sindaco rivierasco, per poter avere così una panoramica globale e completa sulle criticità e arrivare, poi, alla soluzione delle numerose problematiche esistenti.

“Una richiesta che ho fatto e che reitero – dice Piunti – in modo tale che si possa avere una informativa da chi si confronta quotidianamente con queste criticità e cioè medici, infermieri, oss, sindacati. Ma allo stesso tempo si deve avere un contatto ininterrotto con la Regione Marche. Ho fatto questa proposta e spero che venga recepita dai sindaci che hanno l’obbligo di preservare la salute e la sicurezza dei propri cittadini. In questo modo si potrà avere un quadro generale, dopo avere interloquito con tutti, per produrre una richiesta da inviare alla Regione Marche che oggi mi sembra più collaborativa rispetto agli ultimi 30 anni”.

“Ho voluto dare questo input – prosegue Piunti nella sua analisi – perché sulla sanità è deleterio dividersi ma bisogna guardare alle esigenze di tutto il nostro territorio. Si parla di aziende e quindi debbono essere floride. Come Marche Sud possiamo essere attrattivi rispetto altri territori ed avere così una mobilità attiva. Abbiamo all’interno dei due nostri ospedali le giuste e dovute competenze che lavorando con personale adatto e strumenti idonei, possono attrarre i cittadini di altre località a noi vicine”.

“E quindi – aggiunge l’ex sindaco di San Benedetto del Tronto – non bisogna dividersi. Il campanile fatto sì che per 30 anni chi ha governato in Regione e cioè il centrosinistra, ha preso come alibi il fatto di un mancato accorto tra Ascoli Piceno e San Benedetto per trasferire le potenzialità in altri territori. Questa favola deve finire. Richiamo quindi tutti ad un senso di responsabilità e al percorso fatto da me nel 2019 e condiviso con tuti sindaci dell’Ambito Territoriale 21 che ha messo la Regione Marche nella condizione di fare implodere l’idea di un ospedale unico e -conclude Piunti- lavorare su un ospedale di primo livello a San Benedetto, facendo anche una struttura nuova”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS