Sanità marchigiana in agonia, si corre ai ripari: arrivano risorse economiche

Quattro milioni di euro in arrivo

La sanità territoriale nelle Marche è da tempo in agonia. In quattro anni i medici di famiglia sono passati da 1.250 a 900, persi oltre 300 medici, e questo ha comportato molti disagi soprattutto per i cittadini delle aree interne. Oggi gli assistiti per medico sono passati in media da 1.100 a 1.400 con punte di 2000.

Si corre ai ripari quindi mettendo sul piatto risorse economiche. Quattro milioni complessivi: 1 milione per il 2023 e 3 milioni per il 2024. La Regione Marche investe nuove risorse in un Accordo con i sindacati dei Medici di Base (MMG). “Per la prima volta dopo anni con risorse importanti raggiungiamo un accordo per i medici di famiglia– ha spiegato l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini – che sono un pilastro del sistema sanitario pubblico. In questo modo speriamo di colmare le carenze e riportare i giovani ad amare questa professione. Si prevede l’utilizzo del fondo per la Qualità dell’Assistenza che include gli incentivi alla medicina di gruppo e di rete, le indennità per collaboratori di studio e infermieri e la ripartizione del fondo dell’Assistenza aggiuntiva che era fermo da tempo”.

I medici che lavorano nelle aree disagiate e che hanno più di 1.200 assistiti avranno diritto ad una indennità suppletiva per il collaboratore di studio pari al 50% di quella ordinaria. Per quanto riguarda l’accordo vaccinale dei MMG, dal 1 ottobre 2023 e fino al 31 gennaio 2025, ai 6,16 euro per inoculazione vaccinale andranno aggiunti 3 euro per i MMG che partecipano alla attività.

Lino Balestra
Author: Lino Balestra

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS