Sangiorgese, il futuro con Fermani e Sfredda

PRIMA CATEGORIA – Grandi ambizioni per il team di Zega

Il noto commercialista Pasquale Fermani sarà di fianco al presidente Andrea Zega nella prossima stagione per portare la Sangiorgese in alto. L’ex patron del Falerone calcio, con il quale conquistarono la serie D, il dott. Fermani sposa il progetto del presidente Zega “Ci siamo incontrati a pranzo un paio di mesi fa, il capitano Gabaldi mi aveva parlato del buon progetto che stava prendendo forma e ho approfondito con Andrea. Debbo dire che le basi per far bene ci son tutte, è stato ricreato un settore giovanile di grande qualità, sono 6 stagioni che la Sangiorgese è una scuola calcio Ac Milan e questo da ancora più lustro alla città e alla società. Tecnici di alto livello, a partire dal responsabile tecnico Osvaldo Jaconi che mi permetto di definire un vero Educatore. Una persona che prima allena l’uomo poi il calciatore. I ragazzi che verranno alla Sangiorgese miglioreranno calcisticamente, ma sicuramente saranno uomini migliori. Sono stato tanti anni nel calcio e ho vinto molto, dice Fermani, ma parlando con Zega e toccando con mano il lavoro fatto fino ad oggi ho dato la mia disponibilità a riportare la Sangiorgese nelle categorie che meritano squadra e città. Ho visto programmazione, serietà e voglia di far bene in un ambiente molto professionale. Ovvio, ci sono ancora cose da sistemare per strutturare la società ma ci stiamo già lavorando.

Andrea Zega

Sarà l’anno del centenario della società e magari riusciremo a coronare i festeggiamenti con il salto di categoria”.

La società si sta già muovendo per organizzare la prossima stagione e a quanto pare il responsabile area tecnica della prima squadra e della Juniores sarà probabilmente Sfredda (attualmente ds del Monturano), che sarà consulente di mercato e aiuterà la società a strutturarsi tecnicamente e a livello organizzativo. Il presidente Zega dice “sono contento che la base societaria si allarghi con persone competenti e serie, dal primo giorno questo era il mio intento e piano piano ci stiamo riuscendo. Ora sarà fondamentale concludere la riqualificazione dello stadio per dare definitivamente una parola “fine” a questa marcata differenza creata in questi anni tra alcune strutture sportive ed altre. I giovani di Porto San Giorgio hanno tutti gli stessi diritti di scegliere in quale società giocare e non può essere creata “disuguaglianza” sugli impianti cittadini. Parlando di calcio giocato, questa è stata una stagione molto particolare, fatta d’infortuni, turni saltati per rinvio gare ecc. E’ stato difficile dare continuità al percorso iniziato.

Peppe Sfredda

Ma non mancano le note positive, diversi ragazzi del nostro vivaio hanno giocato e fatto bene in prima squadra, mi riferisco a Rossi, Strappa e Atabiano tutti 2003 con 10/15 presenze stagionali ognuno. Poi i vari Grandi e Adamo 2004, D’angelo e Zega che addirittura sono ragazzi del 2006 che hanno debuttato. Da qui a fine stagione ci sarà spazio per dare soddisfazione e valorizzare altri elementi del vivaio”. Non resta che aspettare i prossimi mesi per vedere come la Sangiorgese Calcio si presenterà ai nastri di partenza della stagione 22/23.

Walter Busiello
Author: Walter Busiello

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS