Sandro Parcaroli ai microfoni di Tvrs: “Ho detto sì per amore di Macerata”

Sandro Parcaroli

“Se eletto, non chiuderò le porte all’opposizione ma anzi cercherò di cogliere il meglio”

di Maurizio Verdenelli

Per amore, solo per amore. La scelta di Sandro, già presa dalla telefonata di Matteo Salvini e consolidata dalle ‘coccole’ dei leghisti di casa e dall’autorevole endorsement del coordinatore delle Marche, on. Marchetti, e dal consenso del Centro Destra (che si era diviso sulla prima scelta di Andrea Marchiori, ottimo ma col peccato originale di aver lasciato di Azzurri) è diventata pubblica a sorpresa. Dice il valoroso collega Andrea Verdolini, direttore di Tvrs: “Pensavo di fare al massimo uno scoop sportivo intervistando il mecenate, lo sponsor di Macerata Pallavolo invece si è trattata di uno scoop politico”. Uno scoop che questa mattina ha fatto il giro delle redazioni. Cosa ha detto Parcaroli a Verdolini?

Mi hanno implorato. Non potevo dire di no. E’ stata una scelta di cuore. E di servizio. Non lo faccio certo per soldi… come può capire benissimo ognuno. E sabato in conferenza stampa dirò Sì ufficialmente a Macerata e no definitivamente ad Ancona, considerato che la Lega mi aveva indicato conferenza stampa. So già che mi emozionerò perché sono un maceratese che ama il proprio territorio senza andare a vedere se ‘mi conviene’. E se eletto, non chiuderò le porte all’opposizione ma anzi cercherò di cogliere il meglio venuto dalle amministrazioni Carancini e in Regione, di Ceriscioli”.

Intanto l’avvocato Marchiori verrà candidato consigliere regionale. Ad indicarlo era stato in epoca pre Covid il coordinatore regionale della Lega, sen. Paolo Arrigoni, avvicendato anche lui. Ad aver dato il suo assenso, la sera prima dell’annuncio ufficiale, a Pesaro era stato lo stesso Salvini. Che tuttavia alla luce dell’accordo con Meloni e Berlusconi, che prevede per FdI la designazione di un proprio candidato per la corsa a Governatore (Francesco Acquaroli), ora punta a tutta forza a vincere a Macerata. Per il candidato sindaco di centrosinistra, Narciso Ricotta, un forte ostacolo in più, ma lui non si scompone: “Non giocherò più da solo…”.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia