San Severino in lutto per la morte del compositore Valentino Valentini Puccitelli

Oggi pomeriggio sarà tumulato nel cimitero cittadino

Ha destato profondo cordoglio in città la scomparsa del poeta e compositore contemporaneo Valentino Valentini Puccitelli. Musicò, tra le sue altre opere illustri, il “Sanseverinno”, donato al Comune nel 2010. Scritto nel 2002, l’inno rimase chiuso per anni in un cassetto poi grazie a lui venne eseguito per la prima volta dal coro da camera delle Muse. Legatissimo da sempre a San Severino Marche e ai settempedani, Valentino Valentini Puccitelli si è spento a Roma il 28 giugno. Oggi pomeriggio sarà tumulato nel cimitero cittadino.

Il suo nome si lega alla città di San Severino anche per due parentele illustri: quella con Virgilio Puccitelli, che è stato autore di drammi per musica tra i più rappresentativi del Seicento italiano, ma anche quella con lo storico Domenico Valentini.

Figlio di Antonio Valentini Puccitelli, illustre tenore scomparso nel 1964, e nipote di Artemia Valentini e di Marcello Parteguelfa, aiuto regista molto noto ma anche produttore a Cinecittà, Valentino Valentini Puccitelli è stato autore di diverse composizioni legate alla tradizione della canzone popolare romana (Roma testimone, Er Teverone) e alla grande tradizione napoletana come ‘A fenestella, presentata con successo al Festival della Canzone napoletana.

Nel Sanseverinno da lui musicato c’era tutto l’amore per la città che egli rese ancor più struggente grazie alle sue note: “Vivi, vivi, bella città, dai sette castelli, le torri e le porte e l’antica fonte con sette cannelle e la grande piazza. Vivi, vivi, bella città, dai tetti anneriti, dai vicoli stretti, le chiese silenti, le case nascoste e la grande piazza. O mia bella, bella città! O mia bella, o mia bella, o mia bella città”.

Appresa la triste notizia il sindaco, Rosa Piermattei, ha inviato alla famiglia un messaggio di cordoglio esprimendo le più sentite condoglianze a nome di tutta la comunità locale. Nel suo messaggio il primo cittadino settempedano ha voluto anche ricordare “la figura straordinaria di un’artista che con la sua opera ha saputo dare lustro a San Severino Marche”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS