San Ginestra il migliore, Cognigni solo gol pesanti

LE PAGELLE DELLA FERMANA – Manetta che rischio, e quelle parole di Antonioli…

di Lorenzo Attorresi

Ginestra 7: San Paolo da Pergola legge le parabole di Nocciolini e fa miracoli. L’ex Parma viene disinnescato due volte, ma la parata più bella la fa su Lescano d’istinto (anche se c’era offside). Mamma mia…

Manetta 4.5: che dirgli, aggredisce il derby che è un piacere, poi gli si “attappa” la vena inspiegabilmente. Amputa Angiulli, giallo, trattiene Maxi Lopez in modo reiterato poi lo falcia dopo lo scarico e sarebbe seconda ammonizione in meno di un tempo. Il rosso glielo mostra Antonioli all’intervallo, ma lui si siede in panchina e si fa cacciare veramente per proteste nel finale.

De Pascalis (1’st) 5.5: anticipo che poteva evitare, la Samb si prende il fallo e dalla punizione pareggia.

Comotto 6.5: quando difende in area sui cross non lo spaventa nemmeno Lopez, il capitano torna Maxi.

Scrosta 6.5: vedi Comotto, quando c’è da incollarsi all’uomo ha pochi rivali.

Rossoni 6: piede non molto raffinato, ma maturità calcistica. Esordisce in un derby e fa il suo, tenendo la posizione con diligenza.

Urbinati 6: prende un giallo a fine primo tempo come un pollastro. Ma questo stile di gioco lo esalta e contribuisce a metterlo maggiormente in luce.

Bigica (46’st) sv

Demirovic 6: l’inizio è da brivido. Vuoi vedere che lo sloveno verrà inghiottito dalla partita? E invece no, inizia a randellare e a rendersi utile.

Iotti 6.5: cambia l’ennesimo ruolo della sua vita, si mette mezzala e il numero con cui si libera di Scrugli favorendo il gol di Cognigni gli fa rompere il ghiaccio dopo tre minuti. Può fare l’interno di centrocampo? Il giudizio è rimandato.

Sperotto 5.5: Spero è sempre lui, qualche volta la luce si spegne e si rischia il patatrac. Mawuli sembra Zidane in uno spot televisivo e gli fa fare brutta figura, poi tocca cortissimo per Ginestra… Per una nocciolina non c’arriva Nocciolini…

Cognigni 6.5: la sua sfilza di gol pesanti continua. Gol da attaccante vero. Da interista doc, non si è fatto impietosire nemmeno dal gemello del nerazzurro D’Ambrosio.

Raffini (33’st) sv

Neglia 6: ha quel tocco di palla che fa stare tranquilli tutti. Innesto che sposta gli equilibri. Esordio per riambientarsi.

Antonioli (all) 6.5: affronta di petto il momento e non ha vergogna di tornare all’antica con un 3-5-2 solido senza rischi. Punta sugli over e rinuncia al minutaggio degli under con coraggio. Intelligentissimo nel sostituire Manetta, piacciono meno i riferimenti arbitrali a fine gara (“la punizione dell’1-1 non c’è e poi c’è un fallo su uno dei nostri”): il fallo di De Pascalis dal quale è scaturito il pari ci poteva stare, come pure ci poteva stare quello di Maxi su Neglia non sanzionato sulla ribattuta. Peccato però che senza la grazia a Manetta la Fermana avrebbe rischiato di giocare tutto il secondo tempo in 10…

LE PAGELLE DELLA SAMB
LA CRONACA DEL DERBY

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana