San Claudio matricola terribile: “Non ce lo aspettavamo nemmeno noi”

Mister Cotica

PRIMA CATEGORIA – Parla il presidente Giustozzi, secondo posto in classifica davvero entusiasmante dopo la risalita

Grandissimo avvio di stagione nel girone C di Prima Categoria per il neopromosso San Claudio che grazie alla vittoria di sabato scorso contro l’Urbis Salvia, la quarta consecutiva, si è issato da solo al secondo posto in classifica, complice anche i risultati favorevoli dagli altri campi. A parlare del mondo San Claudio c’è il presidente Roberto Giustozzi, anche lui sorpreso dall’ottimo avvio di stagione del collettivo di mister Daniele Cotica.

Sicuramente non ci aspettavamo un inizio di stagione così brillante – le parole del pres -. L’idea era quella di partire bene, ovviamente, ma non bene così come stiamo facendo. Il nostro obiettivo primario è mantenere la categoria a tutti i costi, perché due anni fa siamo retrocessi perdendo amaramente il playout con il Cska Amatori Corridonia. L’anno scorso in società ci siamo rimboccati le maniche e poi siamo stati bravi, ma anche fortunati, a tornare subito su vincendo il campionato di Seconda Categoria“. Il numero uno del San Claudio prosegue parlando del gruppo e dello staff tecnico che è stato riconfermato in blocco dopo la vittoria del campionato dello scorso anno,chiudendo anche le porte a possibili innesti nella finestra di mercato invernale:” Quest’estate abbiamo fatto la scelta di non stravolgere il gruppo, anche se per certi versi non era difficile sicuramente prendere questa scelta. Abbiamo inserito due ragazzi giovani come Serantoni e Cognigni che è arrivato da poco, che sono due ragazzi che non hanno fatto mai questo campionato ma che comunque ci daranno una grande mano”.

Grande merito anche a mister Cotica e allo staff perché stanno facendo un grandissimo lavoro. In questo momento il gruppo è solido e non abbiamo uscite, quindi non abbiamo bisogno di rinforzare la rosa anche perché a livello numerico siamo a posto così”. Giustozzi dà uno sguardo anche al campionato in corso e al prossimo sabato, quando il suo San Claudio sarà di scena in trasferta a Esanatoglia:” Sabato mi aspetto una gara combattuta contro una squadra che merita una classifica diversa e quindi sarà una partita durissima, anche perché conosco la loro forza e giocare ad Esanatoglia non è semplice per nessuno. Noi andiamo lì con la grande umiltà che ci contraddistingue e che spero ci accompagnerà fino alla fine della stagione per cercare di raggiungere il nostro obiettivo. Il campionato è un campionato equilibratissimo. Non abbiamo ancora incontrato tutte le squadre, ma di quelle che ho visto e che abbiamo affrontato quelle che mi hanno impressionato di più sono la Settempeda per la qualità dei singoli e il Porto Recanati per il gioco espresso“.

Infine il numero uno del San Claudio fissa gli obiettivi stagionali e futuri: ” Come ho detto prima, il nostro obiettivo è la salvezza e come viene viene con lo scongiuro di non fare i playout. Se vogliamo tradurre in numeri ci mancano diciotto punti che dobbiamo fare il prima possibile per raggiungere quota quaranta, ma credo che questa squadra arrivata a questo punto ha tutte le potenzialità per farlo. Dopo ciò si vedrà, anche se altri obiettivi non li abbiamo presi in considerazione. Noi siamo una piccola realtà che ha basi solide. Il nostro obiettivo come società è quello di mantenere questo campionato e di confrontarci comunque con realtà più grandi di noi, che hanno una storia gloriosa e strutture a disposizione. Ma comunque il nostro obiettivo è consolidarci in Prima Categoria”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS