“San Benedetto protagonista sull’ammiraglia Rai, si promuove la città”, Piunti è soddisfatto

Pasqualino Piunti

Nel caso di conferma a sindaco, per la composizione della giunta seguirà le indicazioni dei partiti e delle civiche

Battute finali della campagna elettorale per il ballottaggio del 17 e 18 ottobre.  Il ricandidato sindaco del centrodestra Pasqualino Piunti è particolarmente gratificato perché questa sera, martedì 12 ottobre, su Rai Uno va in onda ‘Digitare il codice segreto’, la fiction girata a San Benedetto del Tronto (per alcune scene anche a Monteprandone) la scorsa primavera, con Neri Marcorè interprete principale.

“San Benedetto è protagonista sulla rete ammiraglia della Rai: anche così si promuove la città”, afferma con soddisfazione Piunti.

Come procede la campagna elettorale?

“Sto lavorando in sinergia con tutta la squadra, anche con i non eletti. Questa mattina – dice  il ricandidato sindaco – ho fatto il giro del mercato e di altre zone della Riviera, per parlare con le persone. L’altra sera abbiamo fatto un incontro all’hotel Calabresi con rappresentanti istituzionali, perché voglio un contatto diretto con il Parlamento e la Regione al fine di intercettare i fondi del Pnrr. Di questo e altro si è parlato con i parlamentari Lucia Albano, Rachele Silvestri, Mauro Lucentini, nonché con i consiglieri della Regione Marche Jessica Marcozzi e Andrea Maria Antonini”.

Nel caso venga confermato, quale criterio seguirà per la composizione della giunta?

“Subito dopo le elezioni ci vedremo con la coalizione e sceglieremo per comporre  l’esecutivo figure che possano essere di grande aiuto al sindaco e alla città. Non necessariamente faranno gli assessori i candidati più votati, in quanto terrò in considerazione le indicazioni che arriveranno dai partiti e dalle civiche della coalizione. Abbiamo dimostrato di essere squadra in campagna elettorale e dobbiamo continuare su questa strada”.

Se eletto, quali iniziative metterà in campo nell’immediato?

“Continuità con la riqualificazione del lungomare e dell’ex stadio Ballarin e in parallelo faremo il monitoraggio della situazione post pandemica circa lo stato delle famiglie e delle attività commerciali. In merito al Ballarin ricominceremo a coinvolgere i comitati di quartiere con l’idea di uno spazio aperto, un polmone verde che sia funzionale per dare servizi, considerano che possiamo contare su un finanziamento di 450mila euro della Fondazione Carisap”.

Cosa non rifarebbe?

“Non mi sento di addebitarmi errori significativi. Se proprio vogliamo trovare una pecca è la gestione della Piscina Comunale. Volevamo intervenire subito sulla vasca scoperta, ma dopo il sopralluogo ci rendemmo conto che era da rifare anche l’impianto coperto.  Con spirito propositivo decidemmo di seguire l’iter del project financing per riqualificare la Piscina. Poi il Tar ha detto che il project non è fattibile, ma da parte nostra c’erano solo buone intenzioni”.

Per quale ragione gli elettori dovrebbero votare Piunti?

“Penso che i sambenedettesi sappiano per chi votare. L’unica cosa che mi sento di dire è di andare più numerosi che potete per esercitare un vostro diritto. Sono certo che la città sceglierà per il meglio, qualunque decisione andrà rispettata. Gli appelli sono utili, ma ogni cittadino sa chi scegliere in base al programma: noi abbiamo dalla nostra parte quanto fatto in cinque anni”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia