San Benedetto, ospedale: la Regione non ha deciso tra nuova struttura e riqualificazione del Madonna del Soccorso

L'incontro di ieri a San Benedetto sulla Sanità

Incontro sui nodi della Sanità con gli assessori Filippo Saltamartini e Guido Castelli: aspetteremo le elezioni di autunno per avere indicazioni in merito. Confermata la cancellazione dell’ospedale unico

L’ospedale unico del Piceno accantonato definitivamente dalla Regione Marche. Ma la Giunta Acquaroli non ha deciso se fare un nuovo nosocomio a San Benedetto del Tronto o se riqualificare il Madonna del Soccorso.

Lo hanno riferito l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini e quello al Bilancio Guido Castelli nel corso dell’incontro sul nuovo piano socio sanitario con i sindaci, i sindacati e il personale sanitario nell’Auditorium Tebaldini di San Benedetto.

San Benedetto non dovrà più essere la cenerentola delle Marche”, le parole di Saltamartini. “Posso dare tutte le garanzie insieme ai colleghi di giunta e ai consiglieri – ha aggiunto – che è ora di dare a cesare quel che è di cesare. Farò una visita all’ospedale per parlare con gli operatori e conoscere direttamente le problematiche”.

L’ospedale unico non si farà. Si dovrà invece dare risposta – ancora Saltamartini – su un nuovo presidio o la riqualificazione dell’esistente. Su ciò attenderemo che i cittadini di San Benedetto in autunno scelgano la prossima amministrazione che dovrà darci indicazioni in merito, in quanto il popolo è sovrano. In ogni caso sarà la Regione a prendere la decisione ultima“.

L’assessore al Bilancio Castelli ha precisato che “ad Ascoli il Mazzoni sta bene dove sta, migliorando però il Pronto soccorso. A San Benedetto c’è chi dice che l’ospedale va bene nell’attuale location, con interventi di restyling (comitato civico ‘Io resto qui’, ndr) e chi invece lo vuole nuovo (i comitati di quartiere e il Consiglio comunale, ndr). La scelta avrà bisogno di attenta valutazione“.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana