San Benedetto, il Comune corre ai ripari per recuperare tre milioni di euro

E’ la somma mancata al bilancio a causa di minori entrate e maggiori spese ingenerate dall’emergenza del Covid 19. Ecco la manovra dell’Amministrazione Piunti

Il Comune di San Benedetto del Tronto corre ai ripari per recuperare tre milioni di euro. Si tratta di una somma che è mancata al bilancio a causa di minori entrate e maggiori spese ingenerate dall’emergenza del Covid 19.

Per pareggiare i conti l’amministrazione ha utilizzato un milione e mezzo di ristori statali e l’altra metà con tagli alla spesa pubblica e qualche fondo proprio. Con queste cifre in equilibrio potrà essere approvato l’assestamento di bilancio nel Consiglio comunale di lunedì 26 luglio.

La situazione dei conti pubblici è stata illustrata nel corso della commissione consiliare Bilancio indetta dal presidente Tonino Capriotti.

Vediamo alcune cifre. Sono diminuite di 255mila euro le entrate dalle multe per violazione del Codice della strada, perché il Covid ha determinato il calo dei flussi veicolari. Altri 250mila di minori entrare dalla Piscina comunale, in quanto chiusa per il rispetto delle norme della pandemia e di recente ferma perché inagibile. A proposito dell’impianto natatorio, l’assessore ai Servizi finanziari Gian Luigi Pepa ha annunciato che il Comune ha accantonato 850mila euro per l’intervento di messa a norma e i lavori verranno appaltati a breve: a fine settembre dovrebbe riaprire.

Incassati 500mila euro in meno nel settore sociale, perché i centri diurni sono rimasti chiusi. L’ente ha dovuto pagare 30mila euro di utenze al PalaSport: spese sostenute da quando nell’impianto è stato allestito il centro vaccinale. Inoltre si sono avute maggiori spese legali e per il servizio aree verde, in particolare per la manutenzione del lungomare.

Infine, nel 2020 lo Stato aveva assegnato al comune di San Benedetto quattro milioni di ristori per l’emergenza Covid. Nel 2021 i ristori sono scesi a 300mila euro. Nonostante si sia profilato uno scenario da recessione, l’ente è riuscito a pareggiare i conti.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana