San Benedetto città territorio, Spazzafumo riunisce i sindaci del Piceno

Turismo tutto l’anno e un ufficio per attingere ai fondi dell’Unione europea

Il nuovo corso di San Benedetto del Tronto è la città territorio: Comuni del Piceno in rete per mettere insieme le eccellenze, attingere ai fondi dell’Unione europea, migliorare l’offerta turistica  e l’economia. Il modus operandi dell’amministrazione Spazzafumo inizia con l’intesa informale tra i sindaci intervenuti in piazza Giorgini alla festa per della vittoria.

Intorno al neo primo cittadino si sono ritrovati i sindaci Giovanni Borraccini di Rotella, Sante Capanna di Montegallo, Graziano Fanesi di Castorano, Sergio Loggi di Monteprandone, Luigi Massa di Offida, Daniel Matricardi di Montalto delle Marche, Gianfilippo Michetti di Carassai, Enrico Piergallini di Grottammare, Massimo Romani di Massignano, Pierpaolo Rosetti di Acquaviva Picena, Alessandro Luciani di Spinetoli. E’ mancato all’appello Marco Fioravanti di Ascoli Piceno per impegni istituzionali. “Lo incontrerò in settimana”, ha assicurato Spazzafumo.

“Noi uniti dobbiamo vincere il campionato del Piceno – le parole del primo cittadino di San Benedetto – Dovremo aggregarci, fare squadra per la crescita economica delle città, che già hanno l’economia florida. Ma non dimenticheremo gli ultimi”.

Spazzafumo ha affermato che ci saranno incontri con tutti i sindaci della vallata e della costa: “Affinché il Piceno possa tornare ad essere una provincia forte”. Dunque, turismo tutto l’anno e istituzione di un ufficio per attingere ai fondi regionali, statali e dell’Unione europea.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi