Samb, ok l’operazione di Fabbrini: oltre mille tifosi a Riccione per spingere alla nuova rimonta

SERIE D – Rossoblù nella tana dell’ex Ferrara. La frattura al naso del trequartista è stata ridotta: domani l’ultimo allenamento a porte chiuse

Dopo il pareggio di Fossombrone, la Samb è chiamata al successo a Riccione. Sono due i punti da recuperare alla capolista Campobasso ed ai rossoblù non è più consentito fare anche mezzo passo falso per vedere ancora di più allontanare i molisani. Ma dovrà fare i conti con uno United Riccione in gran forma. I romagnoli, al nono posto in classifica, sono in serie positiva da sei turni. Tre vittorie ed altrettanti pareggi compreso quello di domenica scorsa in rimonta ad Avezzano. Tra le sue fila anche l’ex Antonio Ferrara autore finora di dieci reti.

A Riccione mancherà Diego Fabbrini. Il numero dieci rossoblù questa mattina è stato sottoposto alla riduzione manuale della frattura al naso riportata nell’allenamento di giovedì. Tutto è andato per il verso giusto. Da martedì prossimo potrà tornare ad allenarsi con una mascherina protettiva in titanio. Il suo posto verrà preso da Nazzareno Battista che torna così nell’undici titolare dopo due gare iniziate dalla panchina. Domani mattina classica seduta di rifinitura al Ciarrocchi a porte chiuse. Oltre 1.200 i tifosi rossoblù che seguiranno la Samb in terra di Romagna. La prevendita dell’ulteriore dotazione di biglietti messa a disposizione dei supporters rivieraschi, terminerà domani alle ore 19. United Riccione-Samb sarà diretta da Alessandro Pizzi di Bergamo (Cocomero-Lombardi).

I precedenti. Sono sette gli incontri ufficiali disputati dalla Samb a Riccione: 6 in campionato e uno nei Play Off del Campionato Nazionale Dilettanti 1996/97 con la vittoria dei romagnoli per 4-1 contro l’undici di Hector Ortega. Il bilancio complessivo in campionato è di quattro vittorie dei rossoblù e due pareggi, 7 reti realizzate dalla Samb, 2 dal Riccione.

Il primissimo incontro è datato 19 maggio 1974, una settimana prima del ritorno matematico in serie B della Samb di Marino Bergamasco con il successo al “Ballarin” sul Ravenna 1-0, gol di Francesco Chimenti su calcio di rigore. 2-0 il risultato finale in favore di Anzuini e compagni che nel primo tempo sbloccano il risultato con “Bomber” Chimenti. Nella ripresa Nicola Ripa mette al sicuro la vittoria.

Il 9 giugno 1991 i rossoblù di Giorgio Rumignani, già promossi in C1, pareggiano 1-1 con la rete di Manari che replica a quella di Dego stabilendo un record: imbattuti da 25 gare la Samb è l’unica squadra dei campionati professionistici italiana a non essere mai stata sconfitta in gare ufficiali nell’anno solare 1991.

Seguono due successi rossoblù per 1-0, entrambi nel CND: il 7 settembre 1997 con la rete di Mauro Basilico (in panchina c’è Aldo Luigi Ammazzalorso) e il 6 gennaio 1999 con Massimo Mercuri dopo una bellissima gara della Samb di mister Mauro Viviani. Sempre nel CND, il 13 febbraio 2000, lo scontro termina a reti bianche con i rossoblù di Massimo Bronzetti contestati al rientro a San Benedetto da un centinaio di tifosi.

Nell’ultimo precedente, 29 gennaio 2012, la Samb di Ottavio Palladini batte i romagnoli per 2-1 con le reti di Voinea e Puglia, conquistando la decima vittoria consecutiva nel torneo di serie D che avrebbe poi consacrato vincitore il Teramo di Roberto Cappellacci. Sarà proprio la compagine teramana il 19 febbraio 2012, alla ripresa del torneo dopo un’interruzione di tre settimane per causa neve, a interrompere il record di vittorie consecutive rossoblù con il pareggio 1-1 di Piano d’Accio.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS