Samb, Fano e Fermana amareggiate

SERIE C, IL PUNTO – Giornata amara per le marchigiane. La Vis Pesaro brinda nel derby

di Lorenzo Attorresi

L’11° turno di campionato è diventato il festival del gol dell’ex. Che infrasettimanale per i vari Misin, Costantino e Magrassi, tutti con un passato comune, quel girone F di Serie D che ha fatto grandi molti calciatori. Miso, pesarese in forza alla Vis, ha tirato una bordata sotto la traversa della porta del Fano, la squadra dove era cresciuto da under in D più di dieci anni fa, indirizzando il sentitissimo derby delle Marche Nord. Vis Pesaro ad espugnare il Mancini e a far suo uno scontro diretto per la salvezza. Misin ha esultato ed era anche giusto così, stessa cosa ha fatto Rocco Costantino.

L’ex Fermana ha infilzato la sua vecchia squadra con la Triestina siglando il suo primo gol al Recchioni da avversario e spingendo i canarini ancor più giù. A proposito di esultanze, non si è tirato indietro nemmeno Magrassi, l’ex Matelica (fece una caterva di gol due stagioni fa) che ha siglato una doppietta con la sua Virtus Verona ai danni della vecchia fiamma Ravenna, la squadra che lo scorso anno gli diede l’opportunità di tornare tra i Pro. Alla faccia dei sentimenti. Chiude il discorso sulle marchigiane la Samb di Montero che ha raccolto la seconda sconfitta consecutiva in quel di Padova: decisivi un rigore di Ronaldo e il sigillo di un ex Ascoli come Santini.

Rimane in testa alla classifica la squadra di Sullo, tallonata però da quel Vicenza grandi firme che continua a vincere 1-0 senza i gol degli attaccanti: stavolta decisivo Cinelli per matare l’Arzignano. Il Sudtirol, invece, è il terzo incomodo (-3 dalla vetta): espugnata Cesena con l’assolo di Petrella, a proposito di ex talenti sbocciati in D. Petrella nacque infatti in quel Teramo di Cappellacci che vinse il girone F qualche anno fa. Perde invece terreno il Carpi, sconfitto dal Modena del rinfrancato Zironelli, mentre la Reggiana (-5 dal primo posto) ha fallito una grossa occasione facendosi pareggiare dal Rimini quando era sul doppio vantaggio (sbagliato anche un rigore alla fine). Feralpi Salò e Piacenza non si sono fatte male nel derby delle figurine tra Caracciolo e Cacia, così come hanno impattato per 1-1 Gubbio e Imolese nel confronto tra penultima e ultima.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS