Samb, addio esclusiva sul “Riviera delle Palme”: via libera anche per il Porto d’Ascoli

Lo stadio "Riviera delle Palme"

CALCIO – Il presidente biancoceleste Massi ha ricevuto l’ok dall’amministrazione comunale

di Giuseppe Marzetti

Novità molto importanti in casa Samb. La società rossoblù, in queste ore, ha cambiato la propria sede legale, che sarà in via Enrico Toti (sempre ovviamente a San Benedetto del Tronto) e non più all’interno del ‘Riviera delle Palme’.

Dietro questa scelta, probabilmente, c’è anche un motivo decisamente rilevante. La Samb, infatti, ha perso l’esclusiva sullo stadio, di cui ora è il Comune l’unico titolare. E qui entra in gioco il Porto d’Ascoli. Gli organi preposti sono pronti ad esprimersi sull’agibilità o meno del “Ciarrocchi” per la Serie D (atteso a ore un sopralluogo all’impianto da parte della Lega), ma in attesa di questo proprio il Comune ha dato il via libera per una soluzione molto affascinante.

Dopo un vertice del presidente biancoceleste Vittorio Massi con l’assessore allo sport Pierfrancesco Troli e il funzionario comunale Alessandro Amadio, infatti, è arrivato l’ok per giocare le partite di casa al “Riviera delle Palme”.

A breve partirà in ogni caso il progetto di riqualificazione del “Ciarrocchi”, che resta sempre il piano A, ma intanto il Porto d’Ascoli ha incassato la disponibilità del Comune a garantire l’alternanza con la Samb per le gare da disputare al “Tempio del Tifo”.

Dalla Home

Articolo Successivo

Altre News

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia