Samb, accettata istanza di concordato: la squadra non parte per Verona

La Samb non giocherà a Verona

SERIE C – Gli ultimi aggiornamenti in casa rossoblu

di Giuseppe Marzetti

Quello che temevano i tifosi della Samb è puntualmente accaduto. Il giudice Francesca Calagna, infatti, ha accettato l’istanza di concordato presentata da Domenico Serafino, sospendendo dunque le procedure di prefallimento.

Il cantante calabrese a questo punto avrà altri 120 giorni di tempo per dimostrare di poter risolvere la situazione saldando i debiti accumulati, oppure trovando un acquirente affidabile in grado di pagare tutti gli arretrati e rilevare la Samb. Entro 8 giorni da oggi, però, lo stesso Serafino dovrà versare almeno 25 mila euro.

Intanto, come preannunciato nelle scorse ore, la squadra in risposta a questa decisione non dovrebbe prendere parte alla sfida di domenica contro la Virtus Verona, visto che nessuno si prenderà carico delle spese per la trasferta. Nelle scorse ore il CT della Nazionale Italiana Roberto Mancini, ospite  di un evento della Regione Marche, ha risposto anche ad una domanda sulla disperata situazione della Samb: “Sono molto dispiaciuto per i problemi che sta avendo la Samb, una società gloriosa che già più di 20 anni fa aveva costruito uno stadio modello come il Riviera delle Palme. Lì ho ricordi bellissimi, anche con l’Italia Under 21”.

“Spero la situazione si possa risolvere al meglio”, continua Mancini, che poi chiude con una battuta: “Io posso offrirmi per fare il doppio lavoro, allenatore della Sambenedettese e CT della Nazionale…”.