Russo da Napoli a Casette Verdini: “Sette anni d’amore, rigore pesante con l’Aurora”

PROMOZIONE – Il centrocampista è una colonna, doppietta contro Treia ed ora il Matelica: “Manca poco per la salvezza, dobbiamo rinviare la loro festa”

È tornato alla vittoria e lo ha fatto in una partita importantissima in chiave salvezza, il Casette Verdini, che nello scorso weekend ha espugnato il Capponi di Treia portando a casa tre punti dall’enorme peso specifico che ha permesso agli amaranto di fare un bel balzo verso la salvezza diretta. Protagonista assoluto nel caldo pomeriggio di Treia è stato capitan Vincenzo Russo che con una doppietta frutto di una splendida punizione e un calcio di rigore, ha contribuito in maniera decisiva al successo dei suoi. E proprio con lui abbiamo analizzato il blitz di sabato pomeriggio: ” Il rigore pesava perché venivamo da una serie di risultati non positivi nonostante il buon lavoro settimanale. Con l’aiuto del gruppo e della squadra siamo riusciti a portare a casa questi tre punti. È stata una partita abbastanza complicata perché anche l’Aurora Treia aveva bisogno di punti. Quest’anno abbiamo incontrato qualche difficoltà la matematica ancora non ci dice che siamo salvi, anche se manca poco”.

La mente è già rivolta al prossimo impegno valido per la terzultima giornata, quando al Nello Crocetti arriverà la capolista Matelica: “Siamo in forma e ci stiamo preparando per questa partita e aspettiamo con entusiasmo sabato pomeriggio. Affrontiamo una squadra forte e dobbiamo essere umili e con un solo obiettivo, ma devo dire che tutto il gruppo si sta preparando bene. All’andata ( finì uno a zero per il Matelica, ndr) potevamo andare via con qualche punto perché meritavamo qualcosa in più, poi su un errore che capita abbiamo preso goal. Sarà una partita ad altissimo livello perché sappiamo che a loro servono questi tre punti per festeggiare, ma noi gliela faremo sudare e faremo di tutto per rimandare la festa”. Partito a inizio stagione con l’obiettivo di fare meglio dello scorso anno e guardare da vicino la zona playoff, il Casette Verdini ha incontrato qualche difficoltà nel corso della stagione, ma il vice-capitano Russo ci tiene a sottolineare l’unione di intenti tra staff-squadra e società, a cui dedica un ringraziamento speciale: Io sono sette anni che sono qui a Casette e ci tengo a ringraziare la società e a fargli i complimenti perché non ci ha fatto mai mancare nulla e ci ha aiutato e coccolato anche nei momenti difficili. Quest’anno diciamo che eravamo partiti con l’idea di salvarci, però non tutti gli anni sono uguali. A inizio anno abbiamo cambiato allenatore e questo lo abbiamo un po’ subito. poi la società ha deciso di richiamare Lattanzi, anche se non che prima con mister Pavoni i risultati non stessero venendo. La società ha optato per questo cambio e noi ci siamo messi tutti a disposizione. Le difficoltà ci sono e ci sono state e pian piano le stiamo superando, anche se non è facile. Obiettivi per questo finale? Abbiamo l’obiettivo di lottare in ogni partita e fare i tre punti”.

Alla settima stagione con la maglia del Casette, Verdini, di cui è anche vice-capitano, Russo parla di cosa significa per lui indossare la maglia amaranto, dando uno sguardo anche al futuro: “Io sono di Napoli e giocavo lì, poi sette anni fa, per motivi lavorativi, mi sono trasferito qui. Oreste Ruani mi ha sempre coccolato e sostenuto e quindi mi sento di ricambiare ciò per lui e per la società e sono da sette anni che ogni sabato combatto per questa maglia e per me è un onore indossarla. Non ti stanchi mai dell’ambiente Casette perché è una grande famiglia. Spero di finire al meglio quest’anno, poi tireremo le somme. Gli anni scorsi, specialmente qualche anno fa, ho ricevuto proposte da categorie superiori, ma ho sempre rifiutato per l’attaccamento che ho per questa maglia. Obiettivo goal? Quest’anno sono arrivato a cinque e devo ringraziare i miei compagni per questo traguardo raggiunto. A inizio anno mi pongo sempre degli obiettivi personali ed era quello di arrivare in doppia cifra. Quest’anno è impossibile, però spero nei prossimi anni di riuscirci”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS