Ruggito Ancona, Fermana in positivo: piangono Vis e Recanatese

Grande vittoria dell'Ancona

SERIE C – Il commento dopo il turno del sabato

Ruggisce l’Ancona, recrimina la Fermana, piangono Vis Pesaro e Recanatese: la quinta giornata del girone B di Serie C ha sancito verdetti in altalena per le marchigiane di Serie C. Serviva una risposta squillante dopo la prestazione opaca contro il Gubbio e i dorici l’hanno fornita aggiudicandosi il derby del Benelli con un tris autoritario, firmato da Paolucci, Bianconi e Mattioli. Nemmeno le pesanti assenze di Di Massimo, Mondonico, D’Eramo e Petrella, ai quali si è aggiunta dopo 16 minuti quella del portiere Perucchini (problema alla spalla: si preannuncia un lungo stop), la truppa di Colavitto ha disputato una gara autoritaria segnando tre reti e collezionando numerose altre occasioni. È uscita ridimensionata la Vis Pesaro, che aveva subito una sola rete nelle precedenti quattro giornate, mai in partita e incapace di creare situazioni di pericolo agli avversari.

Mister Protti della Fermana

Si attendeva una gara diversa Sassarini che aveva chiesto di provare a vincere i duelli in tutte le zone del campo per ottenere un risultato e invece i suoi ragazzi hanno fatto tutto il contrario. Prosegue la serie positiva della Fermana, al quarto risultato utile consecutivo, che si rammarica però per il primo exploit stagionale svanito a tempo scaduto. Costretta a rincorrere dalla rete di Giordani, l’undici di Protti ha ribaltato il Montevarchi con Scorza, a segno come domenica scorsa contro il Cesena, e Giandomenico, ma è stata raggiunta all’ultimo respiro dal raid del difensore Gennari, illustre ex gialloblù. Due punti persi, ma resta la consapevolezza di aver intrapreso la strada giusta da parte di un gruppo che sta andando oltre le aspettative dopo essere stato allestito all’ultimo momento per le incertezze legate al ripescaggio.

Pesa il passo falso all’Helvia Recina della Recanatese, trafitta dalla ripescata Torres in uno scontro diretto che doveva segnare la svolta e invece ha fatto capire la dura realtà della Serie C. Le reti di Ruocco e Masala hanno scaraventato al penultimo posto la matricola di Pagliari, dotata del secondo peggior attacco del girone B con 2 reti. I risultati delle altre. Nella quinta giornata spicca il capitombolo della Carrarese, che aveva vinto le precedenti 4 partite, in casa dell’Alessandria, che aveva sempre perso. In vetta arriva così la grande favorita Reggiana, alla terza affermazione consecutiva, mentre Siena e Gubbio avanzano a piccoli passi accontentandosi del punticino. Sorprende il Fiorenzuola, asceso al quinto posto grazie al blitz in casa dell’Imolese, continua a deludere il Cesena, fermato in casa dal Pontedera alla quarta ics consecutiva.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia