Rubarono telefono a una ragazza, due minorenni identificati e nei guai

L’operazione della Squadra Mobile di Ancona

Su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale per Minorenni, personale della Squadra Mobile di Ancona, in data 10.02.22, ha eseguito la misura cautelare del collocamento in Istituto Penitenziario Minorile nei confronti di due indagati per rapina aggravata, entrambi minorenni all’epoca dei fatti.
L’attività investigativa diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Ancona, trae origine da una rapina commessa ad Ancona il 30.11.2021 in L.go Donatori di Sangue.

Nell’occorso una studentessa si trovava a percorrere a piedi la scalinata che conduce alla via limitrofa. All’improvviso veniva avvicinata da due giovani che, in concorso tra loro, per procurare a se o ad altri un ingiusto profitto, usavano violenza nei suoi confronti consistita nel metterle le mani davanti agli occhi, impedendole così di vedere, e poi nello spingerla violentemente in avanti, per poi impossessarsi del suo telefono cellulare IPhone, prendendo il telefono dalle mani della ragazza che, in quel momento, era intenta ad effettuare una telefonata, dandosi poi alla fuga con l’aggravante di aver commesso il fatto in concorso tra loro e nonché ponendo la vittima in stato di incapacità di agire.

Ieri pomeriggio i due indagati, dopo essere stati rintracciati nelle rispettive abitazioni dal personale della Polizia, sono stati collocati presso l’Istituto Penitenziario Minorile di Bologna a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Il Questore di Ancona: “L’efficace, puntuale coordinamento della Procura per i Minorenni di Ancona ha consentito di dare una risposta significativa ed esemplare a garanzia della sicurezza pubblica”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia