Romano Carancini ringrazia l’ex questore Pignataro: “Belle parole, un riconoscimento del mio impegno”

L’ex sindaco: “Terremoto, i casi Pamela e Traini: la mia trincea nei cinque anni piu’ terribili della storia cittadina”.
Messaggio del dottor Pignataro a Federica Paccaferri, autrice del libro-testimonianza: ‘Il coraggio di restare’

di Maurizio Verdenelli

Quanto Macerata che tradizionalmente non ama i ‘forestieri’ che a lungo vogliano permanervi e neppure i ‘figli di ritorno’ (come un giorno lontano mi disse con amarezza Valeriano Trubbiani) ami invece ancora Antonio Pignataro, il ‘capitano’ che condusse in porto la navicella nella gran tempesta del caso Pamela, lo si e’ toccato con mano sabato pomeriggio allo Sferisterio, sala Cesanelli in occasione del libro-testimonianza di Federica Paccaferri, l’interprete di Innocent Oseghale in Corte d’Assise.

Un amore corrisposto da parte dell’ex questore-gentiluomo che dopo aver rinunciato ad una sede piu’ prestigiosa, ben meritata dal successo conseguito sul fronte della criminalita’ nelle Marche, venne inopinatamente trasferito alla vigilia di due natali fa a Roma.

L’ex sindaco avv. Romano Carancini, attuale consigliere regionale

Nessuna amarezza, nessun commento se non in linea con la perfetta disciplina al ruolo di esemplare Servitore dello Stato da parte di Antonio Pignataro. Che sabato si e’ professato “maceratese per sempre”. Poi il ‘grazie’ alla città e in modo bipartisan agli amministratori pubblici che l’hanno affiancato negli anni piu’ terribili di Macerata dal dopoguerra ad oggi. Tra questi, nel momento piu’ tormentato di quel lungo momento di buio attraversato, c’e’ naturalmente Romano Carancini, sindaco per dieci anni. Chi non ricorda il suo drammatico appello radio alla cittadinanza durante il raid di Luca Traini?
Ci ha detto Romano, ora Consigliere regionale: “Mi ha fatto piacere sapere delle parole del dottor Pignataro. Mi fanno piacere perché (se sincero come credo) è il riconoscimento per impegno in una fase tra le più difficili della storia della città. Terremoto, Pamela, Traini e pandemia sono 5 anni di prove in trincea rispetto alle retroguardia“.
La battaglia ingaggiata e vinta negli anni del questore Pignataro, purtroppo, non si puo’ dire conclusa. Anzi. Anna Menghi, consigliere regionale, intervenendo sabato ha esortato “a non abbassare la guardia”. I dati sono di nuovo preoccupanti perche’ le reti dello spaccio si sono riorganizzate con uomini, mezzi e metodi nuovi. Dice Romeo Renis (Insieme in Sicurezza): “Nella significativa statistica dei decessi per overdose in Italia dai 15 ai 64 anni, le Marche hanno sempre piu’ la maglia nera. Passando dal 2.1% al 4.1% per ogni milione d’abitanti rispetto all’1.0% (in precedenza: 0.6%) del Paese. E nelle Marche, la provincia che detiene il tristissimo primo posto resta Macerata”.

Federica Paccaferri con Enea Angelucci, 92 anni (storico albergatore di Cingoli)

Dice la dott.ssa Paccaferri: “E’ stato un dono per Macerata aver avuto un Uomo che l’ha difesa con polso fermo ed umanita’ nei confronti di tutti senza esclusione, in nome della Vita, anche di chi agli occhi di tanti non lo avrebbe certo meritato. Ne ho avuta riprova con il messaggio personale che mi ha inviato il dottor Pignataro dopo la presentazione del mio libro, che e’ stata onorata ed illuminata dalla sua presenza. Ecco la parte finale: ‘Parole impresse e intrise di Amore hai saputo plasmarne in ogni pagina del tuo libro da cui l’umanita’ suona come un’orchestra costituita da una sorgente d’acqua da cui attingere la forza e il coraggio per annullare il peso, la pena e la crudelta’ di ogni giorno e vivere piu’ intensamenre questa bellissima ed affascinante avventura della Vita per far prevalere il Bene”.

Il dottor Pignataro alla sala Cesanelli dello Sferisterio con (da sx) l’assessore Marchiori, la consigliera regionale Anna Menghi, l’assessora comunale Laura Laviano e il consigliere comunale Aldo Alessandrini (coordinatore Lega).
Foto CARLETTI
Romeo Renis con il dottor Pignataro e il cardinal Edoardo Menichelli
Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS