Rodriguez sanguinoso, D’Uffizi crea ancora scompiglio: Castori pesca male

SERIE B – Le pagelle dell’Ascoli nella sconfitta interna contro il Sudtirol

VIVIANO 6: Sui gol non può fare nulla, per il resto amministrazione poche parate. Soffia sulla traversa nell’occasione ospite vanificata dal fischio dell’arbitro. Da sottolineare anche il discorso motivazione sul prendersi le responsabilità fatto alla squadra negli spogliatoi.

BELLUSCI 5,5: Alterna situazioni molto positive, di garra e riconquista, a pallone sbilenchi a cercare le punte. Quando si passa alla difesa a quattro perde lucidità ma ne parleremo.

BOTTEGHIN 6: Si accovaccia si ogni pallone respingendolo con tutte le parti del corpo possibili. Come sempre l’uomo in più della difesa.

MANTOVANI 5,5: Discreto esordio, sicuramente nell’uomo contro uomo ha mostrato grande tenacia. Un po’ meno sul primo gol incassato: diagonale ampissima e pochi uomini difensivi a proteggere la porta. (76′ VAISANEN s.v.)

FALZERANO 4,5: Davvero una pessima giornata per l’esterno. Pochi cross, nessun dribbling degno di nota e anche qualche leggerezza che costa diversi falli laterali.

VALZANIA 5: Tocca tantissimi palloni ma lo fa davvero male nella gestione. Serviva minutaggio per entrare in condizione, oggi è arrivata una partita intera.

DI TACCHIO 5,5: Mancano dieci giornate, troppe per tirare la classica “carretta” del centrocampo. Oggi per lui la prima sostituzione ma davvero occorre gestirlo. (70′ CALIGARA 5,5: Impalpabile, se Castori voleva far girar palla la scelta non è stata giusta. Rientrare dopo oltre un mese di infortunio nel quarto d’ora finale di una gara salvezza non aiuta).

GIOVANE 5: Tanta corsa, poca efficacia. Non brilla come a Como. (46′ D’Uffizi 7: Altro ingresso di qualità. Vuole i palloni, li gioca bene, crea superiorità. Tira lui sulla carambola del gol).

CELIA 6: Vero, non affonda spesso e dalle sue parti ci si gioca con il contagocce. Comunque ha reso dignitosa la sua partita in entrambe le fasi di gioco. (76′ QUARANTA s.v.)

MENDES sv: Neanche una mezzora e il problema alla caviglia che ora tiene in apprensione una città intera. (26′ RODRIGUEZ 5: Pesa il colpo di tacco sbagliato che ha dato il via al gol del 2-1. Leziosità infernale che ha comunque provato a rimediare di inerzia nel finale).

STRENG 5,5: I ritmi di aggressività della Serie B non sono quelli dell’est. La palla va attaccata anche solo per stopparla. Si trova nella mischia sul gol ma davvero, pochissimo altro. Serviva fisicità contro una difesa fisica come quella del Sudtirol. E quella era schiena sua o mano dell’avversario?

All. CASTORI 5: Dopo Como oggi sarebbe stato vitale non perdere. Sceglie Mantovani che ben fa vedere, Streng un po’ meno. Sul quarto d’ora finale poi tanti dubbi: via Di Tacchio (che comunque deve avere del riposo) dentro un palleggiatore come Caligara (al rientro dopo quasi due mesi out per infortunio) e soprattutto una difes a quattro con Bellusci e Quaranta in fascia. Poco da fare, le distanze cambiano e il Sudtirol imbuca tre volte in cinque minuti tra terzino e centrale di riferimento, trovando anche il gol. Scelta che non ha pagato.

Matteo Rossi
Author: Matteo Rossi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS