Rivoluzione Osimana: chi resta e chi va via

ECCELLENZA – Tra i vari Santarelli, Borgese e il goleador Alessandroni resterà anche Bugaro: in sette con la valigia in mano

di Tommaso Bocci

È rivoluzione Osimana, nella giornata di ieri sui canali social della società il presidente Antonio Campanelli ha confermato che sono ben 7 i giocatori con la valigia in mano. Dopo l’annuncio del nuovo allenatore Labriola e dell’inserimento della figura di Tedoldi, elemento di congiunzione tra prima squadra e settore giovanile, i giallorossi si apprestano ulteriormente a mischiare le carte soprattutto a causa di esigenze economiche, anche se patron Campanelli ha esplicitamente dichiarato che: “non ci sarà una smobilitazione”. Pesanti riconferme, infatti, stanno andando pari passo a dolorose partenze, il telefono del DS Chiodini sembra non smettere di squillare, allora aspettando il mercato in entrata, ecco tutta la situazione dell’Osimana ad oggi.

Partiamo da chi sicuramente vestirà la maglia giallorossa nella prossima stagione, ad aggiungersi ai già riconfermati Patrizi, Micucci e Buonaventura, ci saranno: l’estremo difensore Santarelli, il centrocampista Borgese ed il goleador Alessandroni. I senza testa però non sembrano volersi fermare qui e puntano a tenersi stretto il classe 93’ Gianluca Bugaro, punto di rifermento a metà campo, con cui i discorsi sembrano essere in fase avanzata. Passando alle uscite invece, come confermato direttamente dal presidente, a lasciare l’Osimana saranno: il portiere Alessio Piergiacomi, il difensore Riccardo Fermani, i tre centrocampisti Antonio Montesano, Lorenzo Paccamiccio e Leonardo Straccio ed infine i due attaccanti Alessio Pasquini e Gabriele Tittarelli.

Queste le dichiarazioni di Campanelli a riguardo: “Riccardo Fermani non sarà più con noi perché dopo un anno travagliato ha bisogno di mettere minuti sulle gambe e di giocare, per lui le porte dell’Osimana in futuro saranno sempre aperte. Stesso discorso per Antonio Montesano che è un ragazzo del vivaio penalizzato dal regolamento dei fuoriquota, farebbe già bene in Eccellenza ma deve giocare di più per sbloccarsi a livello psicologico. Per Paccamiccio è stato un anno difficile, anche lui andrà a giocare perché ha potenzialità enormi, lo terremo sicuramente d’occhio per le sue qualità tecniche e umane. Per quanto riguarda Pasquini il discorso è doloroso, è stato una colonna per tanti anni ma abbiamo un problema di ruolo e di posto, non possiamo permetterci surplus in rosa, a malincuore siamo costretti a lasciarlo libero sapendo che comunque non sarebbe giusto tenere un giocatore che avrà davvero poco spazio, gli auguriamo tutto il bene possibile. Alessio Piergiacomi la scorsa stagione ha avuto delle apparizioni da titolare, il ragazzo è sempre preciso e professionale ma è di proprietà dell’Ancona, ritornerà ai dorici alla fine del prestito, la loro situazione è quello che è, noi abbiamo fatto il possibile. Dispiace per Leonardo Straccio che avevamo l’intenzione di tenere ma con questo discorso dei 2004 è molto richiesto dalla Serie D. Lui vorrebbe tentare quella strada e noi non vogliamo opporci alle aspettative di un ragazzo che si trova alla ribalta del calcio nazionale, speriamo di vederlo tra i professionisti o di nuovo tra le fila dell’Osimana in futuro. Un ulteriore dispiacere enorme sia per la simpatia ma soprattutto per le qualità, è per il bomber Tittarelli, dovevamo fare delle scelte a livello economico, non possiamo gestire tanti giocatori così importanti. Questi sono i ragazzi che salutiamo ufficialmente, l’Osimana sarà sempre casa loro”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS