Ritrovata nelle Marche una scultura del Duomo di Milano: era scomparsa nel 1943

Si trovava a Vallefoglia

Una ‘gargolla’ del Duomo di Milano, una scultura in marmo a forma di drago alato che faceva parte della guglia numero 6, è stata posta sotto sequestro dalla Procura della Repubblica di Milano dopo che i carabinieri l’hanno ritrovata, a Vallefoglia, nelle Marche. Lo riporta oggi il Corriere della Sera.

Il fregio ornamentale, infatti, del peso di 250 chili per un metro e mezzo di altezza, si era staccato dopo un bombardamento degli Alleati, nel 1943, durante la Seconda guerra mondiale, che aveva danneggiato il Duomo. Il pezzo è stato trovato in possesso di un gallerista marchigiano, ora “indagato per ricettazione ed esportazione illecita di bene culturale”, che era intenzionato a venderlo a una fiera d’antiquariato in Olanda. La vicenda del dragone è molto complessa, e affonda le radici in possessi a tratti legittimi a tratti dubbi, con il sospetto dell’aggiramento delle norme, ed è stata resa ancor più complessa da una controversa successione di leggi nel tempo.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS