Ritenute non versate, confiscati beni per oltre 211.000 euro a un imprenditore

L’uomo opera nel distretto industriale tessile di Falconara Marittima

Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ancona, hanno eseguito un provvedimento
emesso dal Tribunale di Ancona, che ha disposto la confisca di beni in possesso ad un imprenditore operante nel distretto industriale tessile del Comune di Falconara Marittima.

L’imprenditore in questione, già condannato con sentenza definitiva passata in giudicato per aver omesso il versamento delle ritenute certificate, è risultato in possesso di un immobile e disponibilità finanziarie presso diversi istituti bancari.

I mirati accertamenti messi in atto dai militari della Compagnia di Falconara Marittima hanno consentito di confiscare un immobile di oltre 220 mq di proprietà dell’imprenditore, unitamente alle disponibilità finanziarie trovate in suo possesso presso alcuni istituti bancari del territorio.
L’aggressione patrimoniale dei beni riconducibili all’imprenditore ha permesso di confiscare in primo luogo complessivi 5.000 euro esistenti sui conti correnti del condannato, e in secondo luogo ha consentito di sottoporre a confisca per equivalente, l’immobile del valore commerciale di oltre 200.000 fino a concorrenza del profitto del reato.
L’immobile in questione era già stato sottoposto a sequestro preventivo dai finanzieri della Compagnia di Falconara Marittima e tale ultimo provvedimento, emesso dal Tribunale di Ancona, garantisce il recupero delle somme illecitamente sottratte allo Stato a tutela dell’equità fiscale e del generale concorso alla spesa pubblica a cui tutti i cittadini sono chiamati a intervenire.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS