Rissa sulla sanità, Bottiglieri: “Non mi faccio intimidire da De Vecchis”

Il sindaco di San Benedetto del Tronto aveva invitato capigruppo e commissione Sanità domenica sera con un messaggio su Whatsapp

“Le sue urla si sentivano anche fuori dall’Auditorium Tebaldini”, afferma la presidente della commissione Sanità Aurora Bottiglieri.
Oggi, martedì 10 maggio, si è svolta la riunione della commissione sanità con i capigruppo di maggioranza. Era stata convocata dal sindaco Spazzafumo per sottoscrivere un documento condiviso da presentare nel Consiglio comunale aperto sulla sanità di giovedì 12 maggio, a cui prenderà parte il governatore Acquaroli.  Si doveva chiedere alla Regione di ripristinare i servizi al Madonna del Soccorso, la garanzia dello stanziamento di 80 milioni e maggiori informazioni sullo studio di prefattibilità del nuovo ospedale di primo livello. Tentativo naufragato.

Spiega Bottiglieri: “De Vecchis ha cominciato  a dire che nel Pnrr c’erano tanti soldi, ma io stavo spiegando che ci spettano due case di comunità e lui ha cominciato a strillare. E’ un po’ il suo modo di fare quando viene contraddetto, ma con me è stato più veemente. E’ stato molto brutto, tanto che mi sono alzata e uscita. Il sindaco ha cercato di calmarlo inutilmente. Lui mi ha accusato che io sto avendo questo comportamento perché voglio presentarmi come candidata sindaco del Pd. Non ha senso. Con quel modo di attaccarmi forse vuole intimidirmi, ma questo non accadrà”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana