Ripresa dello sport, il ministro Spadafora accende una speranza ma la strada è tutta in salita

Il ministro Spadafora

Con il nuovo anno possibile la riapertura

Entro  la fine di gennaio, con alcune limitazioni, potrebbero riaprire palestre, piscine e centri di danza”. Ecco quello che ha dichiarato il ministro dello sport Vincenzo Spadafora intervenuto al programma di Rai Tre Agorà. Limitazioni che potrebbero interessare l’uso degli spogliatoi che sarebbero vietati, l’accesso contingentato all’interno delle strutture cosi come la riduzione delle persone in piscina anche a costo di vedere una sola persona per corsia dedita al nuoto. Se qualcosa si muove per palestre e piscine, tutto tace nell’ambito dell’eventuale ripresa dell’attività sportiva.

Al momento infatti sono vietati gli allenamenti di gruppo e il conseguente utilizzo degli spogliatoi. Tra le discipline al momento ferme l’intero movimento del calcio dilettantistico. Una data è stata indicata ed è quella dell’undici di gennaio per la ripresa degli allenamenti di gruppo ma la curva pandemica almeno per il momento non ha dato i risultati sperati. In poche parole non c’è stato il crollo dei contagi e se da una parte ci si prepara al vaccino dall’altra si corre il rischio che la terza ondata dei contagi possa sovrapporsi alla seconda che almeno per ora sembra non essersi attenuata. In questo scenario difficile ipotizzare una ripresa degli allenamenti di gruppo per l’undici di gennaio.

Il rischio è quello che possa scattare un ulteriore rinvio, cosa che farebbe slittare la ripresa dei campionati. Se il Comitato Regionale aveva fissato il fine settimana compreso tra il 13 e 14 di febbraio per la ripresa dei campionati, un ulteriore slittamento porterebbe il tutto al mese di marzo. In poche parole più si va avanti e più prende forma l’ipotesi almeno per l’eccellenza  che venga disputato il solo girone di andata magari con l’inserimento dei playoff. Una cosa è certa: una volta che il Governo stabilirà quando si potrà tornare ad allenarsi, il Comitato Regionale andrà poi a decidere la data della ripresa dei campionati con i relativi format. Decisione questa che verrà presa dal nuovo presidente del Comitato Regionale insieme al consiglio direttivo.

Dalla Home


Altre News

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia