“Ripetersi è sempre difficile ma l’Urbino punta a farlo: lanciato Magnani in Serie C”

ECCELLENZA – Il presidente dei ducali Marco Lucarini all’alba della prossima stagione

Confermarsi e possibilmente continuare anche a crescere, come fatto vedere nelle ultime due stagioni di Eccellenza, sarà l’obiettivo dell’Urbino che si ritroverà da giovedì 25 luglio allo stadio Montefeltro per iniziare la preparazione al campionato 2024/25. La società sta lavorando sodo per allestire al meglio la rosa della formazione gialloblu con il presidente Marco Lucarini che fa il punto della situazione: “Abbiamo confermato gran parte del gruppo, abbiamo preso uno dei profili degli allenatori più preparati della categoria – esordisce il presidente – quindi si punta a riconfermare l’anno passato sapendo che non è mai facile, sapendo che ripetersi è sempre più difficile, però stiamo lavorando per questo”.

Una stagione 2023/24 che ha riservato non poche sorprese nel massimo campionato regionale con tante protagoniste inattese e le squadre sulla carta più attrezzate rimaste fuori dalle posizioni che contano. Non è però il caso dei ducali che invece dopo aver sfiorato i play off nel 2022/23, lo scorso anno sono arrivati fino alla finale per accedere alla fase nazionale sconfitta proprio da un’altra squadra-rivelazione, il Castelfidardo che è poi riuscito a conquistare la promozione in Serie D: “A Urbino c’è un detto, che afferma che i nomi non fanno le squadre di calcio. Bisogna creare un gruppo con giocatori capaci di diventare squadra. L’Urbino post-Covid sta lavorando per creare quello che si già visto l’anno scorso e confermarlo – prosegue Lucarini – Abbiamo visto anche quest’anno la credibilità che abbiamo all’esterno e questo fa molto piacere, abbiamo riportato l’Urbino al centro del calcio marchigiano e questo ci rende onore a noi, ma anche a tutta la città”.

Sulla panchina gialloblu, a sostituire l’esperto tecnico Ceccarini, da questo campionato siederà Nico Mariani, che alla guida del Montefano ha portato la formazione viola ai livelli più alti della sua storia, lottando fino all’ultimo per il titolo l’anno scorso e raggiungendo per due volte di fila i play off. Un cambio di guida tecnica, dopo diverse stagioni ricche di soddisfazioni, con l’intenzione di trovare ulteriori motivazioni: “Non smetteremo mai di ringraziare mister Ceccarini, perché ci ha aiutato tantissimo in questo percorso. – afferma il presidente – Abbiamo pensato, anche con lui, di poter dare così degli stimoli nuovi, diversi sia per noi che per lui. Il nostro obiettivo era confermare gran parte della rosa e con il nuovo mister possiamo riuscire a dare anche stimoli diversi ai giocatori, a rimetterci un po’ tutti in discussione. Soprattutto ripeto, dopo aver fatto una stagione di un certo livello, ottenere risultati e confermarsi non è facile e cerchiamo così di avere stimoli nuovi anche per tutto l’ambiente”.

Per il momento i movimenti maggiori del mercato ducale si sono visti in vanti con Rivi che ha lasciato i gialloblu e gli arrivi di Bardeggia e Palazzi: “Al momento stiamo cercando di completare un altro acquisto in mezzo al campo, un ragazzo giovane molto interessante – spiega il presidente dei ducali – poi ci concentreremo un po’ sul reparto che ha qualche punto di domanda in più ad oggi, che è il pacchetto difensivo perché avendo ceduto Petrucci alla Civitanovese, avendo perso Magnani e anche Giunchetti che faranno il salto di categoria, lì dovremmo curare bene il reparto”.

Una grande soddisfazione per la dirigenza gialloblu aver lanciato Magnani, che ora vestirà i colori biancorossi della Vis Pesaro in serie C. Il centrale difensivo in poco tempo è riuscito ad affermarsi come uno dei migliori della categoria e ora ha la grande opportunità del salto nei professionisti, un altro elemento che indica come la società stia lavorando nella giusta direzione, valorizzando i propri giocatori nel modo migliore: “Considerando che lo abbiamo preso in Promozione e che ci abbiamo scommesso, in pochi ci credevano, siamo davvero felici invece di averci creduto tanto nel ragazzo – conclude Lucarini – in due anni arrivare alla Serie C è un risultato straordinario. Siamo contentissimi per lui perché se lo merita tutto”.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS