Riolfo sfiduciato ma non molla, Tassi in letargo: Urbinati da operare?

PAGELLE FERMANA – I canarini barcollano, il mister ha perso appeal ma la società attende. Esattamente cosa? Naso rotto per il capitano


di Lorenzo Attorresi

Ginestra 7: calcio di rigore parato, l’ottavo degli ultimi due campionati, il secondo della stagione in essere. Mantiene lo 0-0 a Lucca, doccia veloce e poi festa social con la pubblicazione del video dell’impresa.

Blondett 6: disastroso a Montevarchi, più attento al Porta Elisa contro una Lucchese priva dei suoi attaccanti titolari.

Urbinati 5: non male fino a quando cintura Nanni in area di rigore. Penalty alla Manetta, errore non tipico del capitano. Al 70′ il suo grave infortunio: Nanni apre l’alettone colpendolo al naso. L’arbitro vede rosso (sangue che sgorga copioso) ed estrae il cartellino dello stesso colore, riponendo nel taschino il giallo che aveva già tirato fuori. Urby col naso fratturato. Rischia l’operazione e uno stop di qualche settimana. Non ci voleva.
Rossoni (29’st) 6: non stava benissimo, altrimenti avrebbe giocato titolare. Entra per bisogno.

Sperotto 6.5: “gioca da fermano vero”, scrive un tifoso. Braccetto sinistro di difesa, lui che sino a ieri era in dubbio per influenza. Serpentina più puntinata da Futsal: alto.

Alagna 5.5: fa quel che può, Nannini lo falcia e lui rischia l’incolumità. Non è di certo da un jolly del 2002 che gioca un po’ qua e un po’ là che si può pretendere qualcosa in più.

Mbaye 6.5: sette giorni fa era uscito claudicante dalla battaglia col Pescara. Muscoli a dir poco contratti all’inizio, poi si scioglie e torna il solito muro.

Graziano 6: non è un vero e proprio schermo di difesa della mediana a tre, ma “Grazia” esegue gli ordini nel rispolverato 3-5-2. Un paio di entrate fuori tempo, un giallo che non lo condiziona. Centrale aggiunto sui cross.
Sangiorgi (44’st) sv: l’under che entra al posto dell’over per andare ad attingere ai contributi destinati al minutaggio dei giovani. Macchè, stiamo scherzando… Il minutaggio era semplicemente una burla. Il problema è che non arrivano nè soldi né punti.

Frediani 5: “vorrei ma non posso”. Se bastasse l’impegno e l’attaccamento, sarebbe da Pallone d’Oro, basti guardare la foga con cui va ad abbracciare Ginestra dopo il rigore parato. Un po’ mezzala, un po’ trequartista, zero luci accese.

Rodio 5.5: faticaccia dopo un mese di inattività. Titolare a sorpresa, deve riprendere confidenza con i ritmi e le giocate.
Pannitteri (35’st) sv: “adesso entra Pannitteri, li allarghiamo per bene e iniziamo a tambureggiare sull’esterno”. Speranza vana. Il capocannoniere entra con la Lucchese in 10 e si va ad imbottigliare nel traffico.

Marchi 6: se gli venisse chiesto di tagliare l’erba, lui salirebbe sul trattorino. Pitturerebbe pure i muri del Recchioni, se avessero bisogno di una spennellata. Ha 120 gol tra B e C, eppure si sporca i panni per far tutt’altro. Difensore nella sua area, centrocampista, rifinitore. Può tirare solo da lontano, a pochi secondi dalla fine: alto.

Tassi 5: Tassi in letargo. Non giocava titolare dal 25 aprile 2021 (Viterbese-Catanzaro dello scorso campionato), tra poco fa un anno. E si vede tutto.
Cognigni (1’st) 5.5: pochi palloni, ma è poco brillante.
Riolfo (all) 5: sciorinare i numeri degli ultimi tre mesi o semplicemente quelli da trasferta sarebbe come affondare il coltello nella piaga. Ciò che gli fa più male, però, è il clima che si è creato attorno. L’ambiente l’ha sfiduciato, i calciatori pure. In campo non si capisce quali siano i principi “che contano più dei moduli”, come diceva spesso, eppure non molla. Questione d’orgoglio o ci crede ancora? E la società? Lo 0-0 pare averlo salvato.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS